Rifugiati ONU XXX intenzionalmente criminale 666


dei criminali pensano che sia più conveniete ed ordinata produttiva, felice e tecnologica l'era di satana! [ Astronauta scatta foto a un UFO e la posta su Twitter, Pubblicato 20 novembre 2015 - 21.17 - Da Claudio Messora ] MA IO VI GARANTISCO, CHE QUESTA VALUTAZIONE è IL PIù GRANDE ERRORE DELLA VOSTRA VITA, E io vi garantisco, CHE SATANA PUò ESSERE RESPINTO ALL'INFERNO! Quello che avete sempre vissuto dal 1200 d.C. come ha detto Dante Alighieri, è soltanto l'incubo dei Rothschild, infatti voi non conoscete la realtà! Dante Alighieri ha detto: "uomini siate e non pecore che matte che tra di voi: il giudeo usuraio non rida!"
=======
king SALMAN Saudi ARABIA ] la amicizia non è un amore meno grande e meno nobile che l'amore fedele sacramentale matrimoniale con donna! Quindi anche la amicizia è un sacrameto, ed a noi che siamo servi di Dio Onnipotente? il divorzio ci è stato proibito! QUINDI LA NOSTRA ALLEANZA E AMICIZIA NON POTRà MAI DIVORZIARE, PERCHé I NOSTRI PIEDI SONO FONDATI SULLA VERITà
========
king SALMAN Saudi ARABIA ] QUANDO io scrivo qualcosa, che piace molto al Regno di Dio, loro esultano con tale impeto e forza, nel lobo destro del mio cervello, che mi è quasi impossile di ricordare quello che avevo ancora da dire! ah, ecco: CERTO, FAREBBE PIACERE A TUTTI, AVERE UN GIUDICE UNIUS REI, UNIVERSALMENTE RICONOSCIUTO, CHE RISOLVE OGNI PROBLEMA, DI QUESTO PIANETA, IN TEMPO REALE.. noi abbiamo pensato!
========
Lega Nord Padania #SALVINI: L'ISLAM E' UN PROBLEMA FINCHE' NON MATURA I DIRITTI UMANI, IO NON HO PAURA, SONO PREOCCUPATO PER I MIEI FIGLI! E' una VERGOGNA che con migliaia di italiani che dormono in macchina ci siano albergatori che guadagnano MILIONI di Euro grazie ai FINTI profughi. E' indegno! Secondo il sondaggio ripreso da tutti i quotidiani questa mattina, il 20% degli islamici regolari residenti in Italia NON CONDANNA la strage di Parigi. Se fosse vero la metà del sondaggio vorrebbe dire che ci sono 100mila persone che GIUSTIFICANO il massacro! L'Islam è un PROBLEMA finché non matura, io non ho PAURA ma sono preoccupato per i miei figli! #dallavostraparte
===========
quindi il meccanismo finanziario che regge il mondo, e le relazioni tra gli uomini nel sistema massonico: è Satana stesso! Non restituire la sovranità monetaria ai popoli schiavi, renderà inevitabile la terza guerra mondiale! ] ecco perché è inevitabile che i poveri diventino sempre più poveri ed i ricchi diventino sempre più ricchi. [ Chi guadagna dagli attentati: le grandi multinanazionali della guerra volano in borsa. E la prima è Finmeccanica. TERRORISMO - CHI CI GUADAGNA L'escalation di guerra che scuote il mondo dopo gli attentati di Parigi promette grandi affari per i signori della guerra. I dieci più grandi produttori di armi a livello globale hanno guadagnato 12.925 milioni di euro sul mercato azionario, dopo i tragici eventi dello scorso venerdì
=====================
il cannibale sacerdote di satana della Cia: DATAGATE, ha detto: "tutta colpa di Snowden: ha la mani sporche di sangue". Pubblicato 19 novembre 2015 - 11.29 - Da Claudio Messora
====================
QUESTA è UNA DISSIMULAZIONE ASSOLUTA, HOLLYWOOD SPA NWO FMI BANCHE CENTRALI ROTHSCHILD CORPORATIONS, HALLOWEEN E SISTEMA MASSONICO GUIDANO LA REGIA DELLA LEGA ARABA, FINO ALLA SPARTIZIONE DEL MONDO TRA FARISEI E SALAFITI: POI, PER ORA, IL LORO MEZZOGIORNO DI FUOCO: è ANCORA LONTANO! PER ORA C'è DA DEPREDARE IL MONDO: EUROPA E ISRAELE, RUSSIA E CINA: SONO SENZA SPERANZA! ] [ L'elezione per la prima volta di una donna,Amal Al Qubaisi, alla carica di presidente del parlamento degli Emirati Arabi Uniti costituisce "una svolta non solo per lo Stato del Golfo, ma anche per il mondo arabo in generale", ha detto oggi a Ginevra l'Unione interparlamentare (Uip). Al Qubaisi è la prima donna presidente di un parlamento nazionale in un Paese arabo. Con la sua elezione il numero di donne presidenti di Parlamento nel mondo sale a 47,pari al 17,2% dei 273 presidenti nel mondo.
===================
NEW YORK, 20 NOV - Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, NON "condanna" LA SHARIA, MA, CONDANNA IL SUO attacco terroristico all'hotel Radisson di Bamako, in Mali, e sottolinea che la Missione delle Nazioni Unite Minusma sta assistendo le autorità del Paese nella gestione della crisi. 
===================
PERCHé VOI AVETE PERMESSO IL GOLPE DELLA CIA IN UCRAINA, CHE LA CIA E LA LEGA ARABA, AVESSERO POTUTO INVADERE LA SIRIA ATTRAVERSO L'USO DEL TERRORISMO JIHADISTA? COME RIUSCIRETE ADESSO A PORRE UN RIMEDIO A QUESTO GRANDE MALE CHE IL VOSTRO SISTEMA MASSONICO E BANCARIO HA PROVOCATO? ROMA, 21 NOV - Il Belgio ha innalzato al livello massimo l'allerta terrorismo a Bruxelles. Il Centro nazionale di crisi belga (Ocam) parla di "minaccia grave e imminente, cosa che richiede specifiche misure di sicurezza e raccomandazioni dettagliate alla popolazione". In seguito alle ultime valutazioni l'Ocam ha alzato l'allarme terrorismo a livello 4, spiegano dal Ministero degli Interni belga. Una settimana fa gli attacchi di Parigi.
==================
in windows10, non esiste la possibilità di poter disinstallare il suo spione di sistema: "chromium" ecco perché io per punire google, IO ho disinstallato anche chrome! infatti, in "pannello di controllo" , POI, in "programmi e funzionalità" non c'è la possibilità di disinstallare molto software: CHE PURE ESISTE NEL COMPUTER! QUESTA INIMICIZIA TRA GOOGLE E WINDOWS? è SOLO UNA FINZIONE, ENTRAMBI SI TROVANO SEMPRE COME CANNIBALI SULL'ALTARE DI SATANA! eppure io non ho segreti da nascondere, se le lucertole possono salire al Trono di Dio JHWH per poterle vedere!

GOOGLE 666 WINDOWS ] il vostro problema è soltanto quello che voi siete due corrotti! [ se esiste un unico: padrone e erogatore del denaro: il fariseo satanista Rothschild, poi, la democrazia può essere soltanto una finzione truffa!
e poiché, non esiste la sovranità monetaria nel 80% delle Nazioni del mondo, poi, i loro Governi sono un atto di: alto tradimento, e la loro legittimità è nulla: i loro politici sono attori! Quindi l'80% dei popoli del mondo hanno perso la loro Patria, perché, la loro patria è una finzione giuridica, loro sono schiavi soltanto, tutti proprietà del burattinaio Rothschild SpA
king SALMAN Saudi ARABIA ] soltanto io ho lo Spirito Santo? [ COME lo Spirito SANTO TI RIMPROVERA E TI DICE CHE SENZA DI ME, tu FINIRAI ALL'INFERNO! POI, CERTAMENTE, NON FARà MANCARE ANCHE A TE LE INTUIZIONI SU CIRCA COSA DEVI DIRE, E COSA DEVI FARE! [ perché, non realizzare il mio Regno è alto tradimento contro il Regno di Dio, ed è certezza di morire sotto una guerra mondiale nucleare, insiete a tutti gli altri.. e per quante armi tu potrai comprare? non avrai mai le persone adeguate per poterle usare tutte, dato che a te gli USA non ti hanno dato la intelligenza artificiale aliena per fare i robot!
king SALMAN Saudi ARABIA ] nessuna Nazione dovrebbe poter subire, ed accetterebbe mai di subire, tutto quello che ISRAELE subisce! questo tutti lo possono vedere, a voi, nel NWO, a voi come ad ISRAELE, quella troia, piace molto vedere il vostro popolo nella disperazione: per come satana è incarnato bene dentro di voi!
Saudi Arabia 666 Israele ] [ quando scenderete all'inferno, insieme, vi direte l'un l'altro: "UNIUS REI AVREBBE DOVUTO ESSERE IL NOSTRO RE E NON ROTHSCHILD!
king Saudi Arabia ] [ se Israele deportasse tutti i Palestinesi, certo sarebbe nel suo dovere, e nel suo diritto internazionale: di poterlo fare! Infatti la deportazione dei palestinesi è soltanto un atto di legittima difesa: PER LUI! Se Israele ama TUTTI I SUOI: 66 anni della sua storia, che sono stati tutti 666 anni di terrorismo ROTHSCHILD, poi, io NON CREDO CHE QUALCUNO POTREBBE, mai, ESSERE AMICO DI ISRAELE, DATO CHE ISRAELE è IL PIù FEROCE NEMICO DI SE STESSO!

king SALMAN SAUDI ARABIA ] mi piace troppo la tua LEGA ARABA, dove tutti i tuoi Governi sono tutti gli alleati dai farisei USA satanisti, e dove tutti i tuoi popoli sono gli alleati di satanisti ISIS sharia! IO NON HO MAI CONOSCIUTO NESSUNO ALL'INFERNO, QUANDO VI SONO PASSATO CON IL MIO AMICO RABBINO yitzhak kaduri, CHE SIA PIù SPREGEVOLE CRIMINALE DI TE!
KING SALMAN SAUDI ARABIA ] SE TU OGGI HAI FIDUCIA IN ME? IO NON TI DELUDERò! [ LA GUERRA MONDIALE A CUI TU STAI LAVORANDO, RIDURRà IL PLURALISMO NEL PIANETA, E QUESTO RENDERà INEVITABILE IL REGNO DI SATANA! E PER QUANTO TU PUOI ESSERE UN CRIMINALE? NON RIUSCIRAI MAI AD ESSERE LA MALVAGITà DI SATANA STESSO: PER POTER SOPRAVVIVERE IN QUALCHE MODO! MENTRE SE TU OGGI HAI FIDUCIA IN ME? IO NON TI DELUDERò!
king SALMAN Saudi ARABIA ] sembra come di stare allo stadio, anche le anime maledette all'inferno esprimono il loro disappunto, nel lobo del mio cervello sinistro! e che da quando io sono in youtube, tra i sacerdoti di satana, ogni partita è sempre persa per loro! lol. ma, mentre quel ruffiano di JHWH, rivela in anticipo quello che io devo ancora scrivere, e le anime sante incominciano ad esultare? poi, i demoni e i dannati non sanno cosa potrà succedere! EPPURE TUTTI LORO SANNO DI ESSERE IN UN VICOLO CIECO, E CHE MORIRANNO DISINTEGRATI TUTTI: NELLO STAGNO DI FUOCO oppure, SECONDA MORTE, EPPURE COMBATTONO CON ACCANIMENTO: ugualmente, PER ROVINARE INSIEME A LORO, QUANTI PIù UOMINI è POSSIBILE DI ROVINARE, e lo fanno COSì PER PURA MALVAGITà!

king SALMAN Saudi ARABIA ] finché, ci saranno sufficienti cristiani biblici fondamentalisti nel mondo? che loro sono la luce del mondo ed il sale della terra: poi, i loro angeli custodi impediranno ai demoni alieni Gmos Talmud agenda: biologia sintetica, di poter fare una invasione di questo pianeta, in modo apparente!
https://www.youtube.com/user/KingxKingdom/discussion
https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion
come sei anticristo sex girls vagina nun sexfarmer ANCHE TU, con il tuo Stato Bestia fariseo massone?
voi lo avete fatto intenzionalmente! ] [ Benjamin Netanyahu] ACTUNG [ Angela Dorothea Merkel Kasner ] [ che cazzo! i Bush 322 Kerry Obama GENDER, ROTHSCHILD SPA BANCHE CENTRALI, cosa HANNO FATTO? hanno pensato a FARE i loro sacrifici umani sull'altare di Satana: la civiltà, e nessuno di loro ha pensato a civilizzare queste bestie di Maometto, che, vengono dal medio-evo: dell'orrore di Erdogan in Arabia SAUDITA e IRAN. Brutti GENDER massoni del demonio porco, al Gufo del Bohemian GROVE di vostra madre troia Babilonia NWO la nuova torre di Babele, proprio voi avete creato dei nazisti sharia islamici LEGA ARABA sotto protezione diritti pedofili ONU Amnesty, senza diritti umani senza libertà di religione, senza reciprocità, che possono soltanto essere uccisi: ADESSO! Voi li avete legittimati, quindi adesso: Hamas è diventato l'interlocutore di Israele: in base a quale diritto internazionale?! VOI AVETE FATTO DEL GENERE UMANO QUALCOSA CHE PUò SOLTANTO BRUCIARE! e voi lo avete fatto intenzionalmente!
======
Synnek1 [ex Direttore di YOUTUBE] [ quando lui è stato licenziato è diventato 187AudioHostem] lui ha detto: "noi siamo quì per la gloria di satana ed in virtù del suo potere!" ] for me Unius REI, the NWO SpA IMF: ENTITà, ie, is alien tecnology: Gmos biologia sintetica, A.I., connessioni neuronali biologichhe artificiali, tutto il sistema DATAGATE on all the world: cioè un gigantesco organismo simbiotico colettivo: l'Anticristo ] [ Synnek1 [ex Direttore di YOUTUBE] lui ha detto: I see: under the influence of occult powers? Exclusionary Power? ] ANSWER [ molto al di sopra dei nostri Governi, nella piramide massonica del potere reale, sono i sacerdoti di satana che hanno il controllo, del potere, e su di loro hanno il controllo i farisei Illuminati SpA Banca Mondiale, Spa Fondo Monetario Internazionale! ECCO PERCHé, SE NON SI DISTRUGGE IL SISTEMA BANCARIO E MASSONICO MONDIALE, I NOSTRI POLITICI NON POTRANNO MAI riuscire, ad IMPEDIRE LA GUERRA MONDIALE CONTRO LA CINA E LA RUSSIA! ecco perché, la LEGA ARABA è stata portata al nazismo sharia, per disintegrare definitivamente Israele e la sua civiltà ebraico cristiana! con la Bibbia anche l'umanesimo, la sacralità della vita umana, spariranno per sempre per avverare la prescrizione del Talmud satanico che dice che, il goyim è un animale dalla forma umana che non ha diritto alla pietà!
=========
Benjamin Netanyahu] chi dice: "Unius REI mente!" lui deve essere messo immediatamente a morte! anche perché io ho la registrazione di quello che ha detto synnek1 e lo posso dimostrare le parole sue precise sono state: "io sono quì becouse Satana" .. se poi, uno è scemo e non capisce? oppure, PIù PRECISAMENTE, lui vuol fare finta di non capire? IO NON SONO RESPONSABILE! ] questa è la verità i sacerdoti di satana, hanno il controllo della tecnolgia segreta e parallela degli USA, e loro usano giù l'antimateria!
=======
Benjamin Netanyahu ] ecco perché la LEGA ARABA (un UNICO complotto SHARIA, contro tutti) che, ONU OCI sharia califfato, lei pensa di sopraffare gli USA, dopo LA TERZA GUERRA MONDIALE, DOPO CHE SONO STATE SOFFOCATE a morte: Russia, Israele, Cina, Europa, ed il resto del mondo, quindi è sicura di ottenere presto più del 60%, forse 80% del controllo nazista sharia della superficie del pianeta (ma tutto questo è inutile), ma, loro sono degli stupidi senza cervello, come soltanto dei manici religiosi potrebbero essere (possono uscire sciami di droni ad intelligenza artificiale per uccidere ogni cosa!) Quindi, SOLTANTO, SE TUTTE LA NAZIONI POSSONO ISOLARE emarginare, boicottare GLI USA, TUTTI INSIEME UNITI.. SOLTANTO IN QUESTO MODO, TUTTO IL GENERE UMANO POTRà SOPRAVVIVERE A QUESTO SATANISMO SOPRANNATURALE E TECNOLOGICO!
====
Benjamin Netanyahu ] INUTILMENTE, in questi 7 anni, io ho spiegAto alle bestie di Allah e di Maometto, che, non potrebbero mai sopravvivere da soli, ai droni con la tecnologia della antimateria, dopo che loro hanno contribuito, in una guerra mondiale nucleare a distruggere gli alternativi poli tecnologici del pianeta! [ quindi, rimarranno i saCerdoti di satana e loro, da soli: sai che divertimento!!! ] questa è la verità, il sangue degli innocenti martiri cristiani ha danneggiato le cellule del cervello agli assassini islamici nazisti, tutti assetati di sangue, in tutta la LEGA ARABA sharia, e tutti come Erdogan pensano, ogni notte, a chi loro avranno come preda, dal loro demonio Dio Allah, a lui sia tutta la gloria, di poter fare il genocidio, di un popolo per volta, di un popolo alla volta!? affinché, una sola sharia possa trionfare su un solo pianeta CALIFFATO! AMEN
==
LUI SYNNEK1, DIRETTORE GENERALE DI YOUTUBE, lui era già stato licenziato da youtube per colpa mia quindi è diventato: 187AUDIOHOSTEM  [WHOEVER TOLD YOU THAT IS YOUR>>ENEMY] come potete tutti considerare, i sacerdoti di satana in tutto il pianeta? loro hanno paura soltanto di me!
187AUDIOHOSTEM has posted a comment IN 2012  [Be Very Proud: For You Are "A Unique Special Individual: Manifestation Of God] - ANSWER - is terribly foolish, for every creature be proud of something! -- ANSWER -- è tremendamente insensato, per ogni creatura inorgoglirsi di qualcosa!
@187AUDIOHOSTEM 666 -- chi ha portato la galassia jihadista in Siria, è il vero responsabile di questa situazione! coloro che, non, volevano sedersi al tavolo (delle trattative), con, Assad, a motivo dei suoi crimini? proprio loro hanno commesso, i crimini peggiori, e per ottenere, l'intervento esterno, forse proprio loro(Al-Qaeda) hanno usato le armi chimiche! ora, dopo, 'auto-attacco, dello 11-09, nessuno è così stupido, per credere, ancora, ad una sola parola, che, viene detta dalla Amministrazione USA, ed infatti, loro sono dei cinici satanisti come te!
187AudioHostem ] circa, il caffé che, tu/Rothschild, tu mi volevi pagare? tu non ti preoccupare, io ho deciso di metterti ad adorare il Signore Dio Onnipotente JHWH Creatore e Signore del Cielo e della Terra, perché, io farò di te un Cherubino santo nel mio terzo tempio ebraico: in ARABIA SAUDITA, ecco perché, Mosé ed Aronne sono morti e sono stati sepolti in ARABIA SAUDITA, proprio per prendere possesso di quella terra!!
==
Saudi ARAB LEAGUE sharia ] vi rimprovera lo Spirito Santo! [ se voi conosceste Dio? poi, certo voi RIconoscereSTE anche me! ECCO PERCHé, SONO TUTTE MALIGNE E MALVAGIE, TUTTE LE VOSTRE OPERE!
==
DI TUTTI QUESTI DELITTI USA NATO UE, ONU, E ISRAELE NE DOVRANNO RISPONDERE! ] [ ragazze cristiane SONO, CON TROPPA SEMPLICITà rapite STUPRATE dai musulmani, COSTRETTE A SPOSARE UN MUSULMANO (CON LA COMPLICITà DELLA POLIZIA). PERò poi i ragazzi cristiani non possono sposare una musulmana, è così che si estingue una religione! ABUSI, OMICIDI, ESCLUSIONI SOCIALI, VIOLENZE, SENZA FINE.. poiché le nazioni musulmane, CON IL NAZISMO SHARIA commettono ogni abuso, per rendere illegali o impossibile la esistenza alle minoranze religiose..ed infatti IL GENOCIDIO è ISTITUZIONALIZZATO NELLA LEGA ARABA SENZA LAICITà! DI TUTTI QUESTI DELITTI USA E ISRAELE NE DOVRANNO RISPONDERE!
==
DI TUTTI QUESTI DELITTI USA E ISRAELE NE DOVRANNO RISPONDERE! ] Quando uno scienziato italiano, oltre 50 anni fa, attraverso la fusione fredda (( impulso di elettroni, scariche elettriche ad alto voltaggio )) riusciva a camminare con la sua auto senza uso di carburante fossile, ma, al 100% con acqua (h2o) poi, gli israeliani gli dissero, che non era il momento per sfruttare questa tecnologia.. ed ora, proprio loro hanno creato un gigante cattivo e nazista: la galassia jihadista, di una criminale LEGA ARABA, che non possono più controllare, e che, certo, ora, tutti li ucciderà!
==
Benjamin Netanyahu] ACTUNG [ Angela Dorothea Merkel Kasner ] come ti piace a prenderlo nel GENDER ideologia? questi satanisti ILLUMINATI BUSH 322 KERRY, MONDIALISTI, massoni, sharia nazisti wahhabiti, salafiti,  ONU CALIFFATO lega araba,  tutto SpA Nwo, Banche CENTRALi: regime usura farisei bildenberg, dei popoli schiavi senza sovranità monetaria? loro faranno distruggere, radere al suolo, Germania e Israele, molto presto, per la terza volta consecutiva.. e poi, c'è anche il proverbio che dice: "non c'è due senza tre" .. infatti il NWO e i suoi crimini monetari, si autodistruggerà se non potrà aggredire RUSSIA E CINA!
io pretendo la condanna del nazismo della Sharia a livello mondiale ] [ KABUL, 7 AGOsto. E' di otto morti e 120 feriti, secondo i media afghani, il bilancio dell'esplosione di un'autobomba avvenuta poco dopo la mezzanotte a Kabul, vicino ad una sede dei servizi di intelligence militari. Il capo della polizia della capitale ha riferito che l'esplosione è avvenuta nel quartiere di Shah Shaeed. Residenti della zona hanno riferito all'agenzia di stampa Pajhwok che obiettivo dell'attentato è stato una sede dei servizi segreti militari a Naqliya Seya Sang.
================
IO NON CAPIRò MAI CHI CREDE DI TUTELARE LA SUA PROPRIETà FACENDO DEL MALE AGLI ALTRI, COSì PER PURO SFREGIO E DIVERTIMENTO DIABOLICO.. POI, è GIUSTO CHE DIO FACCIA DEL MALE A LORO! BERLUSCONI MEDIASET, LA MASSONICA P2, NWO SPA, TROIKA, FMI, I SATANISTI MASSONI GENDER CREDITORI, LA IDEOLOGIA BILDENBERG DELLA TRUFFA DEGLI USURAI ROTHSCHILD, CHE HANNO RUBATO LA SOVRANITà MONETARIA AI POPOLI SCHIAVI? VOGLIONO DISTRUGGERMI ANCHE QUESTO CANALE! CHE DIO DISTRUGGA LORO, E TUTTI QUESTI LORO MALEDETTI! IO HO SCRITTO SPESSO A LORO, MA, LORO NON SI SONO MAI DEGNATI DI RISPONDERMI! ID video: vN6OhUeuwfM Autore del reclamo R.T.I. Email dell'autore del reclamo: Emanuele.Callioni@mediaset.it
Opera presumibilmente violata Web "Mattino5_21112014"
ID video: Ft8bG9dM-rM Autore del reclamo R.T.I. Email dell'autore del reclamo: Emanuele.Callioni@mediaset.it Opera presumibilmente violata Puntata TV "Superpartes intervista Giorgia Meloni"
ID videocchHSH5TkaI Autore del reclamo: SBS Australia Email dell'autore del reclamo: sbscc@sbs.com.au Opera presumibilmente violata Puntata TV "The Youngest Bride
===============
AAhhh boia MEDIASET, SILVIO BERLUSCONI, BOIA DI UN ASSASSINO, SPA FMI NATO BILDENBERG, NWO MERKEL OBAMA GENDER, SHARIA ARAB LEAGUE ONU AMNESTY, TUTTI GLI assassini NAZISTI SHARI'A, dei martiri cristiani ] [ voi fate del male ai miei canali, per pura malvagità, cattiveria gratuita, voi avete deciso di non guadagnare sulla pubblicità dei vostri video, per poter sputare sul sangue dei martiri cristiani! [[ CHE VOI SIATE MALEDETTI IN ETERNO! ]] Video: ID videoiNswHIvj6K4  Autore del reclamo R.T.I. Email dell'autore del reclamo: Emanuele.Callioni@mediaset.it Opera presumibilmente violata Puntata TV "progetto mk ultra creato nazi CIA" Video ID video OtzpeIlGazo Autore del reclamo: SBS Australia Email dell'autore del reclamo: sbscc@sbs.com.au Opera presumibilmente violata, Puntata TV "The Youngest Bride"
Benjamin Netanyahu] USURAI SONO SPIETATI, SONO AL DI LA DELL'UMANO! [ demonici farisei massoni satanisti SpA Fondo Monetario Banche CENTRALI, hanno rubato la nostra sovranità monetaria, e hanno il controllo di tutti i Governi del mondo (la nostra resistenza è futile: noi siamo i loro schiavi) per annientare tutto quello che Dio ha promesso ad Abramo [ hanno sollevato Relativismo darwinismo e ideologia del GENDER ] MA ANCHE [ hanno sollevato il nazismo sharia della LEGA ARABA ] . Sotto questo duplice attacco: interno ed esterno, tutti i valori umanistici occidentali crolleranno! la civiltà ebraico cristiana scomparirà ed i mostri gireranno sulla superficie di questo pianeta! ] USURAI SONO SPIETATI, SONO AL DI LA DELL'UMANO!
==
che cosa è l'ISLAM se non la legalizzazione, sistemazione e la razionalizzazione degli istinti più infamanti e criminali dell'uomo, come poligamia e pedofilia, come pena di morte per apostasia, e blasfemia per i traditori, ecc..? anche il satanismo è lo stesso concetto di organizzazione razionale ed entrambi impongono la loro legge, e la loro ideologia suprematista, con lo stesso metodo della violenza: la morte! A QUESTO PUNTO COSA ONU UNA NATO AMNESTY SONO DIVENTATI, ANCHE LORO PER ACCETTARE TUTTO QUESTO ORRORE ISLAMICO SHARIA? IO CREDO CHE è ARRIVATO IL MOMENTO DI PORRE AD OBAMA E A MERKEL QUESTA DOMANDA!
http://www.elmasna3.com Seham Eloraby / Content Producer +01015150289 seham@elmasna3.com El Masna3 - المصنع لإنتاج الأحلام  [[ SAID ME ]]: Send me the video ID and the link please. Inviarmi l'ID del video e il link per favore. [ answer ]  G-d bless you! sorry, in my anger, I have deleted your two videos, but remained your penalty on my channel! These two videos, however, are present in my other youtube channels, which right now I don't know how to identify! .. sorry, nella mia ira, io ho cancellato i tuoi due video, ma è rimasta la tua penalità! questi due video però sono presenti in altri miei canali youtube, che in questo momento io non so identificare!  Video:
[  Pop Shenouda said that s enough Amr Adib ]     ID: video8jmIi0-t1iI [ Durata5:28 ]
 [ Amr Adib Coptic priest Fr Markous Aziz 4 ] ID: R8oR3uAELCA [ Durata6:11  ]
this is my channel https://www.youtube.com/user/DominusREIUnius/
=================
 ma questi video sembrano la proprietà di  [ http://www.islameyat.com/ who signed them ] say that, this is its video,  and did punish my many channels! ie
https://www.youtube.com/watch?v=p2M8veGVdLI
https://www.youtube.com/watch?v=vreeKYOlF5o
 حلقة اليوم من برنامج المرأة المسلمة ستكون مباشرة وبعنوان : علاقة محمد بالسحر والدماء! هي الجزء الخامس من سلسلة السحر! نستكمل معكم موضوع السحر، الجن، العرافة، الرقيه، المس الشيطاني في الفكر والتاريخ الاسلامي وكيف يؤثر ذلك علي المجتمعات العربية والإسلامية اليوم. أيضا الأهم هو كيف يتكلم الكتاب المقدس عن كل هذه المواضيع ماهي الحقيقه وكيف تساعدك كلمه الله علي التغلب علي كل هذه الامور الشيطانية!
فيديو  قناة الحياة  كلمه الله  محمد  أمور شيطانية  الفكر  الكتاب المقدس  المجتمعات العربية  المس الشيطاني  الأخت فرحة  الأخت مارينا  الأخت أماني  الإسلامية  التاريخ الاسلامي  الجن  الدماء  الرقيه  السحر  العرافة  علاقة
معرفات البحث - المزيد من معرفات البحث
غرفة المتنصرين  شبهات وردود  سؤال جرئ  رسول الإسلام محمد  حوار الحق  جنسية  جنسي  جنس  تراتيم فيديو  ترانيم أوديو  ترانيم فيديو  الشريعة الإسلامية  الشذوذ الجنسي  السعودية  الدولة الإسلامية  الدول الإسلامية فقط  الدول الإسلامية  الجنسية  الجنس  الثقافة الجنسية  التحرش الجنسي  الأصولية الإسلامية  الأخ رشيد  الأخ وحيدالأخت فدوى  الأخ وحيد  الأب زكريا بطرس  الأوضاع الجنسية  المسيحية في الإسلام  المرأة السعودية  المرأة والجنس  المملكةالعربيةالسعودية  المملكة العربية السعودية  القاهرة اليوم  الفتاوى الجنسية  إغتصاب  إختبارات فيديو  أبونا زكريا  يعتديان جنسيا  هالة سرحان  نجلاء الإمام  موسوعة الفتوحات الإسلامية  مفهوم التوحيد في المسيحية  قناة الحياة المصرية  قناة الحياة  قناة المحور  فرجها  فيديورضوى فرغلي  فيديوالإتجاه المعاكس  فيديوأحداث  فيديو
==================
Christian Coptic Martyrs     1.206 iscritti • 811.530 visualizzazioni
Data iscrizione 09 gen 2010 Flash:Just in from Coptic World.... join World to receive breaking news...concerning our Coptic community, here and abroad. Members of the clergy, Coptic Lawyer's Association, Coptic Solidarity, and CopticWorld as well as Coptic representatives from Michigan and other states met with White House officials today in a closed door meeting to address recent events in Egypt concerning Copts. The White House ......expressed deep concern over the events and laid out their plan to address such concerns. The issues discussed included the law on houses of worship, the up coming elections, the drafting of the constitution and the recent attacks on churches and peaceful Coptic protesters in Maspiro.
They welcomed any comments and concerns. White House officials were very up to date on all relevant information but invited Coptic community leaders to seek their point of view and also to set up a bridge between the White House and the Coptic community here in the United States. The exact details of the meeting were not to be divulged.
The White House asked that an announcement of this meeting be sent to the Coptic community to let them know that they are aware of the situation in Egypt, are working on diplomatic efforts to stop religious intolerance and are actively engaging the Coptic community in America.
You can see the minute by minute blogs on CopticWorld as the day unfolded.
http://www.copticworld.org/articles/467/ Please sign this petition. It will be -Presented to the Canadian government. Thanks.Copts massacre Oct.2011 to Canadian Government
www.petitiononline.com/egyoct11/petition.html
الشعب القبطي المصري المسيحي يطلب الحماية الدولية في عجالة Coptic Egyptian Christian people required international protection in a hurry
https://www.facebook.com/pages/YES-for-Coptic-international-­protection
- SHAME ON THE AMERICAN GOVERNMENT: "-Victoria Newland the Department spokeswoman of Minister of Foreign Affairs for the U.S. State said : Washington is worried about the Violence in Egypt... & they also said: that the Army/Civil AID will not going to be affected by the Maspero Coptic Christians Massacre Incident... " 10/13/2011
URGENT: Marshal Hussain Tantawi (The Butcher) orders the Egyptian army to runs over Christians in Maspero demonstrators with tanks and killed 50 Christian Copts-Martyred
Cairo-Egypt. 9/10/2011 Bodies of Christian martyrs cut to pieces in the streets and on bridges in pools of blood.
"Mass murder and genocide of Christians in Egypt (genocide)"
-Required to provide Field Marshal Hussein Tantawi (The Butcher) to the International Court of Justice and the trial as a war criminal, he and all the leaders of the Military Council of Egypt ((Islamists)
-FLASH: Regulates the Copts United States of America march Coptic rally outside the White House next Wednesday, October 19, 2001 at eleven in the morning will go later to the building of the U.S. Congress and to the Egyptian Foreign Ministry to demand the expulsion of the Egyptian Ambassador of the United States and the Commission of an international investigation in the massacre of Maspero and then provi...de the officials and participants in the committing this carnage to an international court.
Also plans many young Coptic after the march, sit in front of the White House and State Department
It should be that what happened before Maspero a crime against humanity and should be investigated from the international bodies of the United Nations.
USA: magdi.khalil@yahoo.com
Contact from Canada : Prof. Sheref El Sabawy:
416.540.3355 S_sabawy@hotmail.com Mr. Hany Tawfilis 647.241.2245 h.tawfilis@hotmail.com
+The 50 Christian Coptic Martyrs of Maspero Martyrs:Fadi Rezk Ayoup-Shehata Thabet-Naseef Ragy Naseef-Micheal Mosaad Gergis-Mekhaeil Tawfik Gergis-Ayman Saber Beshay-Ayman Foad Ameen-Wael Mekhael Ameen-Usama Fathy Aziz-Mina Ibrahim Daneal-Sa'ad Fahmy Ibrahim-Ayman Naseef Wahba-Sobhy Gamal Nazeem-Hany Foad Atya-Peter...-Romany Fekry Lemby Gergis-& one Unknown...& others thrown by the Egyptian Muslim Solders in the River Nile...!!!! :( +++ God have Mercy+++
http://theorthodoxchurch.info/blog/news/2011/05/snaps-of-the­-virgin-mary-orthodox-church-damaged-at-imbaba-in-cairo/
http://coptic-news.net/English/E_news.html
http://coptic-news.net/English/E_news.html http://coptic-news.net/English/E_news.html
=================
Netanyahu to American Jews: Iran Deal Will Cause War, Not Prevent It. August, 05 2015. Netanyahu addressed American Jewry in a webcast, explaining why he believes it imperative to rally against the Iran nuclear deal, which he sees as an existential threat to Israel and the world. Prime Minister Benjamin Netanyahu is continuing his campaign to persuade the public to reject the accord signed between the Islamic Republic and six world powers regarding its nuclear program. The latest stage in this battle was a live webcast on Tuesday aimed at Americans Jews, arranged by the Jewish Federations of North America and the Conference of Presidents of Major American Jewish Organizations.
During the session, which was attended by more than 10,000 people who fielded roughly 2,000 questions on the issue, Netanyahu reiterated Israel’s stance that the deal endangers the safety of Israel and the world, calling it a “bad deal” that enables Tehran to develop a nuclear bomb.
“The nuclear deal with Iran doesn’t block Iran’s path to the bomb. It actually paves Iran’s path to the bomb,” Netanyahu declared.” Iran can get to the bomb by keeping the deal or Iran could get to the bomb by violating the deal.” Netanyahu, one of the fiercest critics of the nuclear accord, also disputed Obama’s claim that opponents of the diplomatic deal favor war. He called that claim “utterly false,” stating, “I oppose this deal because I want to prevent war, and this deal will bring war.”
Netanyahu outlined “fatal flaws” in the deal in an effort to dispel “some of the misinformation” and “disinformation” about Israel’s position.
“The deal that was supposed to end nuclear proliferation will actually trigger nuclear proliferation,” he insisted. “It will trigger an arms race, a nuclear arms race in the Middle East, the most volatile part of the planet. That’s a real nightmare.”
“But the deal’s dangers don’t end there,” he warned. “The deal gives Iran also a massive infusion of cash and Iran will use this cash to fund its aggression in the region and its terrorism around the world. As a result of this deal, there’ll be more terrorism. There will be more attacks. And more people will die.”
Hezbollah
Hezbollah supporter holds photo of Islamic Revolution founder Ayatollah Khomeini (L) and Iranian Supreme Leader Ayatollah Ali Khamenei. Even if Iran invests only 10 percent of the money for terrorism, “that’s 10 percent of nearly half a trillion dollars that Iran is expected to receive over the next 10 to 15 years,” the Israeli leader affirmed. “That’s a staggering amount of money.”
“Israelis are going to be the ones who pay the highest price if there’s war and if Iran gets the bomb,” he continued.
In Israel, opposition to the deal is not a partisan issue, the premier said. “Isaac Herzog, the Leader of the Labor Opposition, the man who ran against me in this year’s election and who works every day in the Knesset to bring down my government, Herzog has said that there is no daylight between us when it comes to the deal with Iran.”
“This isn’t about me. And it’s not about President Obama,” he said, stressing that the issue is not personal. “It’s about the deal.”
“Don’t let the deal’s supporters quash a real debate,” Netanyahu asserted. “The issue here is too important. Don’t let them take your voice away at this critical moment in history. What we do now will affect our lives and the lives of our children and grandchildren – in Israel, in America, everywhere. This is a time to stand up and be counted. Oppose this dangerous deal.”
Earlier this week, Obama held a conference call organized by liberal, non-mainstream American Jewish organizations, offering talking points to defend the deal and urging them to garner support through financial donations and advocacy. There was no opportunity for questions.
Hours after Netanyahu’s address, Obama held a meeting with Jewish leaders at the White House in an attempt to persuade them to adopt the opposite position championed by Netanyahu. By: Max Gelber, United with Israel
http://unitedwithisrael.org/netanyahu-iran-deal-will-cause-war-not-prevent-it
==============
Obama: Nuclear Deal with Iran or Rockets on Tel Aviv! In a meeting to promote the Iran nuclear deal, Obama warned American Jewish leaders that if the agreement is cancelled, there will be war and rockets will rain on Tel Aviv.
continuing in his effort to rally support for the Iran nuclear deal, US President Barack Obama met privately for more than two hours with Jewish leaders at the White House on Tuesday evening, making a detailed case for the accord and urging opponents — including some in the room — to “stick to the facts in making their own arguments,” according to participants.
Obama referred to tens of millions of dollars being spent by critics, most notably the pro-Israel group American Israel Public Affairs Committee (AIPAC). The president’s meeting came just hours after Prime Minister Benjamin Netanyahu participated in a live webcast aimed at Americans Jews, arranged by the Jewish Federations of North America and the Conference of Presidents of Major American Jewish Organizations. The Israeli leader railed against the agreement, calling it a “bad deal” that leaves Tehran on the brink of a bomb.
Greg Rosenbaum of the National Jewish Democratic Council was one of 20 Jewish leaders who attended the meeting. He told Israel Radio that Obama said that American military action against Iran’s nuclear facilities is “not going to result in Iran deciding to have a full-fledged war with the United States.”
Instead, the president reportedly threatened, “You’ll see more support for terrorism. You’ll see Hezbollah rockets falling on Tel Aviv.”
“I can assure you that Israel will bear the brunt of the assymetrical response that Iran will have to a military strike on its nuclear facilities,” Obama stated, adding that he had invited Netanyahu to discuss increased US military assistance but that the Israeli leader declined.
Participants at the White House meeting who oppose the agreement raised raised their concerns at being painted as eager for war. Obama continued to argue that if Congress rejects the agreement, he or the next president will be forced to consider taking military action to prevent Iran from obtaining a nuclear weapon.
Netanyahu Congress
PM Netanyahu speaks before a joint meeting of Congress. (AP/J. Scott Applewhite)
Obama described the deal as “historic,” adding that it would prevent Iran from obtaining nuclear weapons. He also stressed that the US will continue to support and help strengthen Israel’s security.
The back-to-back sales pitches from the leaders came on the eve of a foreign policy address Obama was to deliver as he seeks to bolster support for the deal in Congress. A White House official said Obama would frame lawmakers’ decision to approve or disapprove of the deal as the most consequential foreign policy debate since the decision to go to war in Iraq.
The official said Obama would also argue that those who backed the Iraq war, which is now widely seen as a mistake, are the same ones who oppose the Iran deal.
Enough Votes for Obama’s Deal?
The White House is preparing for the likelihood that lawmakers will vote against the deal next month and is focusing its lobbying efforts on getting enough Democrats to sustain a veto. Only one chamber of Congress is needed to so do.
Obama spokesman Josh Earnest said Monday that the White House is confident it can sustain a veto “at least in the House.” US Congress. The president got a boost in the Senate Tuesday with Senators Barbara Boxer of California, Tim Kaine of Virginia and Bill Nelson of Florida announcing their support for the deal. However, the administration lost the backing of three prominent Jewish Democrats — New York Reps. Steve Israel and Nita Lowey and Florida Rep. Ted Deutch.
Obama, who has long been criticized for his lack of engagement with Congress, has become personally involved in selling the deal to lawmakers and other influential groups. Those who have met with him say it seems to be his top foreign policy priority.
“It was pretty solid evidence of a couple of things: first of all, just how engaged the president is on this issue, and second, how important it is to him,” said Andrew Weinstein, a South Florida community leader who attended the meeting.
Also among the roughly two-dozen leaders joining Obama in the Cabinet Room were Michael Kassen and Lee Rosenberg of AIPAC, which is vehemently opposed to the deal, as well as Jeremy Ben-Ami of the left-wing J Street, who is among the deal’s most vocal proponents. The White House said representatives from the Orthodox Union (OU), the Reform Movement, the World Jewish Congress (WJC) and the Anti-Defamation League (ADL) also attended.
By: AP and United with Israel Staff
====================
support@islameyat.com ] eih, youtube datagate google, CIA [ perché, io non riesco ad attivare il link del mio commento? ] Hello, You have posted a comment using this email address [lorenzo_scarola@fastwebnet.it]. \nPlease click on the following link http://www.islameyat.com/post_details.php?id=6075&cat=24&scat=186&&vcode=80308619b3853ab9dc255104659e1ef6& to activate your comment.\nThanks
 support@islameyat.com ] why your link non works? [ Hello, You have posted a comment using this email address [lorenzo_scarola@fastwebnet.it]. \nPlease click on the following link http://www.islameyat.com/post_details.php?id=6075&cat=24&scat=186&&vcode=2429b277981dff3c89b6ab0662ccfd15& to activate your comment.\nThanks
=================
se, Israele apre alla collaborazione militare, culturale, economica, ecc.. con CINA e Russia, questo, non significa litigare con USA, e questo aiuterà la pace nel mondo, perché bilancerà le forze in campo! FARE degli USA l'ombelico del mondo, questo è qualcosa che non lascerà vivere la speranza! ] in realtà, tutto il genere umano ha un enorme problema con il nazismo pedofilia poligamia, perversioni sessuali, violazioni diritti umani, pena di morte per apostasia, ecc.. ed orrori islamici sharia, che, ONU USA stanno nascondendo! [ TEL AVIV, 6 AGO - Benyamin Netanyahu smetta di "fare a testate" con gli Usa sull'accordo raggiunto con l'Iran. Questo l'ammonimento del traditore presidente israeliano Reuven Rivlin al premier contenuto in alcune interviste date alla stampa ebraica. IL TRADITORE Rivlin ha anche sottolineato che "gli stretti rapporti con Washington sono della massima importanza per la politica estera israeliana".
SI TRATTA DI UN AUTOATTENTATO, un depistaggio dal nazismo sharia, dato che la Galassiah Jihadista è una creazione: saudita turca della CIA ] [ 6 AGO - La neonata branca dell'Isis in Arabia Saudita rivendica l'attentato suicida contro una moschea nel sud del Paese. Lo riferisce il Site, il sito di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web. Una bomba in una moschea nella città di Abha ha provocato la morte di 17 persone.

Questi satanisti massoni bildenberg minimizzano il nazismo sharia ONU OCI islamico soltanto perché non hanno mai letto dei libri di storia! ] [ Cina e Russia, non vanno dicendo: "morte a USA e morte ad Israele" come IRAN va dicendo, e Cina e Russia, non hanno nessun atteggiamento scorretto in campo internazionale! Quindi, la alleanza tra Israele e CINA e RUSSIA, non potrebbe mai essere quel tradimento, che gli USA hanno già fatto contro di lui! Anzi, se, adesso Israele si allea con l'Iran, sarebbe la azione più logica che lui potrebbe fare, dato che l'IRAN tra 10 anni, certamente, avrà migliaia di missili intercontinentali armati con testate atomiche! Questi minimizzano il nazismo islamico soltanto perché non hanno mai letto dei libri di storia!
in nessun modo, noi possiamo dire, la colpa del nazismo sharia di tutta la LEGA ARABA è la colpa di Israele, infatti, l'ISLAM ha un problema di genocidio medioevale da risolvere! ] non può GENTILONI criticare la MAFIA, se va a fare affari con la LEGA ARABA del nazismo sharia [ 'The Terrorist Tried to Get Out of the Car; I Shot Him' Screen Shot 2015-08-06. Click here to watch: IDF Officer Recounts Car Attack. Lying on his hospital bed, Lt. Daniel Elbaz, a company commander in the IDF's Infantry Training School, recounted on Thursday the car attack on him and his men, which took place at the Senjil Junction, near Shilo, in the Binyamin region, north of Jerusalem. “At 3:00 PM, I am carrying out my missions as part of the operational sector missions, reinforcing the forces in Judea and Samaria,” he told a reporter for the IDF Spokesman's Unit. “At about 3:15, I identify a vehicle coming at me at high speed. Just before reaching me he executes a sharp turn, hitting me and two of my soldiers. I realize that this is a terror attack and identify the terrorist trying to get out of the car. I shoot and neutralize the event.” The two other soldiers were brought into the hospital – one by road and the other by helicopter – and both are in serious condition, under sedation and artificial respiration. They are no longer in life-threatening condition, however, according to the deputy director of the hospital, Dr. Asher Salmon. The terrorist who carried out the attack was brought to Shaare Tzedek Hospital where he was listed in serious condition.
Watch Here. Three soldiers were wounded in a vehicular terror attack Thursday afternoon at Sinjil junction, near Shiloh in Samaria, several kilometers north of Jerusalem. Two of the wounded soldiers are in serious condition, and the third victim was lightly hurt. Dr. Asher Salmon, Deputy Director of Hadassah Ein Kerem Hospital, said that two casualties were brought into the hospital – one by road and the other by helicopter – and that both are in serious condition. Both victims are under sedation and artificial respiration. Magen David Adom doctors and paramedics had administered initial care to all three casualties, with the aid of an IDF medical team. The driver of the car who carried out the attack was reportedly shot at the scene by an IDF force, and injured. He was trapped inside his vehicle. He was brought to Shaare Tzedek Hospital where he was listed in serious condition, in the Intensive Care Unit. According to an initial report from MDA Spokesman Zaki Heller, the injured include a 20-year-old man who is in critical condition with head injuries. Heller said the terrorist was receiving medical aid from an IDF team. All three injured soldiers are combat soldiers from the Infantry Training School, who were on patrol on Highway 60. The force reinforced the IDF forces in the region after the recent arson attack in the village of Duma, in which a baby was killed. Source: Arutz Sheva
=============
Regno Israele metafisica laica della fratellanza universale la Sapienza di Re Salomone: Sapienza - Capitolo 2  [1] LA FOLLIA DEI SAUDITI TURCHI OTTOMANI DEL LORO FALSO PROFETA E DEL LORO DEMONIO DIO ] [ Dicono fra loro sragionando: «La nostra vita è breve e triste; non c'è rimedio, quando l'uomo muore, e non si conosce nessuno che liberi dagli inferi. [2] Siamo nati per caso e dopo saremo come se non fossimo stati. E' un fumo il soffio delle nostre narici, il pensiero è una scintilla nel palpito del nostro cuore. [3] Una volta spentasi questa, il corpo diventerà cenere e lo spirito si dissiperà come aria leggera. [4] Il nostro nome sarà dimenticato con il tempo e nessuno si ricorderà delle nostre opere. La nostra vita passerà come le tracce di una nube, si disperderà come nebbia scacciata dai raggi del sole e disciolta dal calore. [5] La nostra esistenza è il passare di un'ombra e non c'è ritorno alla nostra morte, poiché il sigillo è posto e nessuno torna indietro. [6] Su, godiamoci 4 MOGLI E LE BAMBINE DI NOVE ANNI, GODIAMOCI i beni presenti, CHE NOI ABBIAMO RUBATO AI MARTIRI, SOFFOCHIAMO I POPOLI CON LA NOSTRA BOMBA DEMOGRAFICA, facciamo uso delle creature con ardore giovanile! [7] Inebriamoci di vino squisito e di profumi, non lasciamoci sfuggire il fiore della primavera, [8] coroniamoci di boccioli di rose prima che avvizziscano; [9] nessuno di noi manchi alla nostra intemperanza. Lasciamo dovunque i segni della nostra gioia perché questo ci spetta, questa è la nostra parte. [10] Spadroneggiamo sul giusto povero, non risparmiamo le vedove, nessun riguardo per la canizie ricca d'anni del vecchio. [11] La nostra forza sia regola della giustizia, perché la debolezza risulta inutile. [12] Tendiamo insidie al giusto, perché ci è di imbarazzo ed è contrario alle nostre azioni; ci rimprovera le trasgressioni della legge e ci rinfaccia le mancanze contro l'educazione da noi ricevuta. [13] Proclama di possedere la conoscenza di Dio e si dichiara figlio del Signore. [14] E' diventato per noi una condanna dei nostri sentimenti; ci è insopportabile solo al vederlo, [15] perché la sua vita è diversa da quella degli altri, e del tutto diverse sono le sue strade. [16] Moneta falsa siam da lui considerati, schiva le nostre abitudini come immondezze. Proclama beata la fine dei giusti e si vanta di aver Dio per padre. [17] Vediamo se le sue parole sono vere; proviamo ciò che gli accadrà alla fine. [18] Se il giusto è figlio di Dio, egli l'assisterà, e lo libererà dalle mani dei suoi avversari. [19] Mettiamolo alla prova con insulti e tormenti,
per conoscere la mitezza del suo carattere e saggiare la sua rassegnazione. [20] Condanniamolo a una morte infame, perché secondo le sue parole il soccorso gli verrà».Regno Israele saint arcangel Michael protettore di Israele: QUIS UT DEUS? CHRISTUS VINCIT IMPERAT REGNAT!
Regno Israele
burn satana in jesus's name, dovete BRUCIARE! 
Regno Israele
holy Michael Defeats nos, from Satan shit GENDER
Regno Israele
metafisica laica della fratellanza universale la Sapienza di Re Salomone ] mio fratello Re [ adesso vediamo subito, se i satanisti Bush 322 Obama, 666 Kerry, se, loro hanno ancora il controllo di youtube! oppure, se loro si sentono sufficientemente puniti!
Regno Israele 
google, A.I., Gmos biologia sintetica, aliens abductions talmud agenda satana ] tu non hai molti Unius REI da dover sopportare, per favore, tu mi metti dei computer della CIA a fare scorrere le visualizzazioni anche di questo sito http://jhwhxallahxbrama.blogspot.com/ perché, le visualizzazioni di questo sito sono ferme in modo assoluto, e poi, anche se fai leggere per finta questo sito? poi, però pagami, non finta, ma, pagami concretamente! perché non è possibile stante le visualizzazioni che tu
Scrivo per invitarti a partecipare a questa nostra petizione (http://www.citizengo.org/it/25963-due-pastori-cristiani-rischio-pena-di-morte-sudan), riguardante il caso di due pastori sudanesi, il reverendo Michael Yat e il reverendo Peter Reith, arrestati e detenuti ingiustamente in Sudan, in base ad accusa assurde che potrebbero addirittura comportare la pena di morte. Lo scorso dicembre, padre Michael si è recato presso una chiesa evangelica presbiteriana precedentemente attaccata e distrutta delle autorità. Dopo il sermone, il religioso è stato arrestato immediatamente. Padre Peter ha denunciato pubblicamente l'ingiusto arresto ed è stato a sua volta condotto in carcere nei primi giorni del mese successivo. Il processo, che vede i due predicatori imputati di minaccia al sistema costituzionale del Sudan e di spionaggio, è iniziato lo scorso 15 giugno. Ma la palese assenza di testimoni dimostra come i due siano stati arrestati esclusivamente in base alla loro fede religiosa e alla loro attività di evangelizzazione.
Inizialmente detenuti in un luogo ignoto, i due pastori sono stati da poco rintracciati. Denunciano violenze psicologiche e intimidazioni: solo da poco hanno potuto rivedere i propri famigliari (il reverendo Yat ha due figli piccoli; il reverendo Reith una bambina appena nata). E sempre e solo attraverso una finestra schermata.
Si tratta di vere e proprie persecuzioni religiose, perpetrate nonostante la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo (sottoscritta dal Sudan) e la stessa Costituzione sudanese, che garantiscono il diritto alla libertà di culto.
Per questo, ci rivolgiamo all'Alto Commissario ONU per i Diritti Umani,Zeid Ra'ad Al Hussein, chiedendogli di intervenire. Ti invito, lorenz, a firmare questa nostra iniziativa (cliccando sul link seguente) e, dopo averlo fatto, a condividerla con i tuoi contatti (potrai farlo tramite social media, attraverso la pagina che visualizzerai dopo la firma) o inoltrando direttamente questo mio messaggio via email: Firma qui: http://www.citizengo.org/it/25963-due-pastori-cristiani-rischio-pena-di-morte-sudan Persecuzioni religiose contro i cristiani non sono una novità in Sudan. Ciò che è successo un anno fa con il caso di Meriam (la donna ingiustamente condannata a morte per apostasia) dimostra la terribile situazione dei cristiani che vivono in quel Paese, ma anche la potenza e l'efficacia di un'iniziativa di mobilitazione e pressione internazionale. Nel caso di Meriam, è stato proprio grazie all'interesse e agli appelli da tutto il mondo (tra cui le più di 300.000 firme raccolte da CitizenGO) che si è giunti alla sua liberazione. Ora vogliamo e dobbiamo fare lo stesso per padre Peter e padre Michael. http://acem.citizengo.org/lt.php?c=1953&m=2025&nl=6&s=33a1bda45a6099df993f0b1a39d3fe93&lid=30468&l=-http--www.citizengo.org/it/25963-due-pastori-cristiani-rischio-pena-di-morte-sudan Per ogni firma raccolta, il nostro sistema invierà automaticamente una email all'Alto Commissariato ONU per i Diritti Umani e all'indirizzo istituzionale della presidenza del Sudan, chiedendo all'Alto Commissario di adoperarsi perché padre Michael e padre Peter siano rilasciati immediatamente.
Firma qui: http://www.citizengo.org/it/25963-due-pastori-cristiani-rischio-pena-di-morte-sudan
Grazie mille del tuo interesse nei confronti delle nostre campagne di raccolta firme e della tua partecipazione.
A presto, Matteo Cattaneo e tutto il team di CitizenGO
P.S.: Come certamente sai, lo scorso sabato si è svolta a Roma una grande manifestazione, organizzata dal comitato "Difendiamo i nostri figli", a difesa della famiglia naturale e contro l'indottrinamento gender nelle scuole, l'utero in affitto e il "matrimonio gay". L'evento ha avuto enorme successo, con centinaia e centinaia di migliaia di famiglie arrivate da tutta Italia. Anche noi di CitizenGO siamo stati felici di partecipare. Ecco il nostro video della manifestazione: https://www.youtube.com/watch?v=4ZoPR2GnwNg
USA SpA Fmi, NWO il satanismo occulto, e [ il mostro ONU LEGA ARABA sharia: il satanismo evidente ] il terrorismo della galassia Jihadista è una loro creazione! [ S. Sudan pastors accused of spying freed. Published: Aug. 5, 2015 Pastors Yat Michael and Peter Yen in court during their trial in Khartoum, 2015. American Center for Law & Justice
Two South Sudanese pastors on trial in Sudan for, amongst other things, “spying” have been freed by the Judge of Khartoum North Central Court, Ahmed Ghaboush. Had they been found guilty of this, they could have faced the death penalty. Yat Michael had taken his child to Khartoum for medical treatment when he was arrested on 14 December, 2014, after being asked to preach at a local church during his stay. Peter Yen was arrested in January 2015 when he went to enquire about Michael’s whereabouts. The two men were then reported as missing until Sudanese authorities revealed that they were being held in prison for “crimes against the state”. Guilty on some accounts, but freed due to time served
The DPA German news agency reported that the judge found Yat Michael guilty of a “breach of the peace” (Article 69) and Peter Yen (also known as David Reith) guilty of  “managing a criminal or terrorist organisation” (Article 65). But he ordered both be released, as they had already served the sentences for these offences through their eight-month stay in prison.
Experts said there were fears that they would have been convicted of  the more serious charges; it was felt the judge was under pressure to balance local expectations on him to uphold the principles of the Sharia-governed state, with adherence to international human rights standards. The families told Radio Tamazuj, an online independent news service broadcast in Sudan and South Sudan, that they were “delighted”. The last time the men were in court was 23 July, when their legal team submitted their written closing arguments. Observers from a number of foreign embassies were present that day. An official from the Sudanese Ministry of Justice told one of the pastors’ lawyers that the extent of outside interest had led the government to take a very close interest in the case. Thabith Al Zubir, one of the lawyers defending the pastors, asked the judge on 23 July to drop the case because the defence had refuted all the accusations levelled against the two men, and because there was no clear evidence against them. Arrested ‘illegally’. The defence lawyers had also argued that their clients were arrested illegally by the National Intelligence and Security Service (NISS).
They said Pastor Yat Michael did not violate Sudan’s law when he preached in Khartoum Bahri Evangelical Church on 14 December, because he was just carrying out his duty as a pastor. “To urge believers to be zealous for their church is not an insult against God,” one lawyer said, referring to NISS arresting Yat Michael after his sermon in the church in the Bahri area, just north of the Sudanese capital.
“Justice requires that you don’t judge simply because you [suspect], without any concrete evidence,” the lawyer said.
In addition, the lawyers raised concern over the fact that Yat Michael and Peter Yen were being tried illegally for insulting religion.
They also said that the pastors were illegally detained for a long period of time without trial: “This is illegal and against the bill of rights in Sudan’s constitution.”
Lawyer Al Zubir had called on the court to respect Sudan’s constitution above the powers of the National Intelligence and Security Service to arrest and detain any person for a long period of time without trial.
The lawyers concluded that the court should accept their defence, and drop the charges for lack of evidence: “These charges are built on sand,” they concluded.
“The charges included: complicity in committing crimes with other bodies (Article 21), spying for outsiders (Article 53), and collecting and leaking information to the detriment of Sudanese national security (Article 55).
The charge of undermining the constitutional system (Article 50) has been “dropped”, reported Radio Tamazuj after the 23 July hearing. Other charges included promoting hatred amongst sects (Article 64); breach of public peace (Article 69); and offences relating to insulting religious beliefs (Article 125). Article 53 carries the death penalty or life imprisonment.
Defence witnesses testify evidence against the men could have been ‘planted’
At a previous hearing on 14 July, the pastors had stated that some of the “incriminating” documents allegedly found on their computers were not theirs. These included internal church reports, maps showing the population and topography of Khartoum, Christian literature, and a study guide on Sudan’s National Intelligence and Security Service (NISS).
The pastors acknowledged having the internal church report, though both said they had never seen the study guide on NISS until it was presented in court. They said they had no knowledge of how it got on the computer.
The defence team called two witnesses. One, ex-army general and 2010 presidential candidate Abdul Aziz Khalid, testified that the maps presented by the prosecution were available to civilians and not classified; therefore the espionage charge against the pastors was without basis. The other witness was an IT expert, who testified how easy it would have been for others to plant documents on the men’s computers without their knowledge.
The pastors had again been denied access to their legal team ahead of the 14 July hearing, despite an earlier direction that they be allowed 15 minutes with their lawyers.
(At the previous hearing on 2 July, the judge had permitted the defence team only 15 minutes with the pastors in order to prepare their case). The pastors have also had little access to their families, who were only permitted to visit them in the high-security Kober Prison after they had been held for six months. Defence lawyer himself arrested day before he was due in court, with church pastor. On 1 July, Mohaned Mustafa – one of the lawyers representing Michael and Yen, together with the Evangelical Bahri Church pastor Hafez – was briefly detained when challenging a government employee who was overseeing the destruction of parts of the Bahri evangelical church complex.
The employee was attempting to destroy a part of the complex that was not within the government order for destruction. It is still not known when the case against the two lawyers will be brought to court.
This is not the first time the Sudanese government has attempted to clamp down on the Evangelical Church of Khartoum.
On December 2, 2014, the church was raided by handfuls of police officers, who arrived in six patrol cars. They beat a number of peaceful sit-in demonstrators with pipes and water sticks and arrested 38 eight members of the church.
After the raid, 20 of the people arrested were sentenced to a fine of 250 Sudanese pounds (roughly $40) after being convicted without legal representation under Articles 65 (criminal and terrorist organisations) and 69 (disturbance of public peace) of the 1991 Sudanese Penal Code. The charges were dropped against the remaining 18 individuals.
The sit-in demonstrations were prompted by a corruption scandal, including the sale of church land to investors.
In 2010, the Evangelical Church of Khartoum in Bahri elected a Community Council to control the administration, assets, and investments of the church. The Community Council was plagued by accusations of corruption. The church attempted to resolve the conflict with the church's General Assembly electing a new Community Council. But the previous Council refused to recognise the new Council and hand over institutional documents.
The government of Sudan intervened on 28 April, 2014 and re-appointed several members of the old Community Council. Despite not having an official mandate to sell church properties or engage in investment on behalf of the church, these members sold a substantial amount of property.
Yat Michael was arrested after preaching at this church two weeks after the police raid and partial demolition of the church.
During his sermon, he condemned the controversial sale of the church land and property, and the treatment of Christians in Sudan. The arrest, incarceration and extended trial of Michael and Yen illustrates the pressure Christians face in the Muslim-dominated region.
===========
 Ciao, Ho appena firmato la petizione, "Tetti stipendiali per il personale delle Camere".
Credo che questo sia importante. La firmerai anche tu? Ecco il link:
http://www.change.org/p/tetti-stipendiali-per-il-personale-delle-camere
==================
seham@elmasna3.com He claim ownership of these two videos, https://www.youtube.com/watch?v=p2M8veGVdLI
https://www.youtube.com/watch?v=vreeKYOlF5o but no one told me why http://www.islameyat.com/
He has impressed on them the property of one of these two videos! who is really the property?
Why seham@elmasna3.com wants to do harm to my channels and want to spit on the blood of the Christian martyrs, innocent in the entire Arab League, and with terrorism around the world?
because sharia is Nazism that will smother all peoples of the world?
=============
seham@elmasna3.com  lui rivendica la proprietà di questi due video,
https://www.youtube.com/watch?v=p2M8veGVdLI
https://www.youtube.com/watch?v=vreeKYOlF5o
ma nessuno mi ha detto perché
http://www.islameyat.com/
lui ha sovraimpresso la proprietà di uno di questi due video!
di chi è realmente la proprietà?
perché seham@elmasna3.com  vuole fare del male ai miei canali e vuole sputare sul sangue dei martiri cristiani innocenti, in tutta la LEGA ARABA, e con il terrorismo in tutto il mondo?
perché la sharia è il nazismo che soffocherà tutti i popoli del mondo?
==============
----Messaggio originale----
Da: lorenzo_scarola@fastwebnet.it
Data: 06/08/2015 12.49
A: <seham@elmasna3.com>
Cc: <sbscc@sbs.com.au>
Ogg: remove your penalty from my channel
se, la vostra sharia non uccidesse così tante persone innocenti? io non sarei così arrabbiato! ] ma, voi potete dimostrare di non essere i complici degli assassini islamici LEGA ARABA i nazisti che fanno il genocidio sotto protezione NATO ONU, e voi potete rimuovere la penalità dei miei canali.. io difendo i martiri cristiani innocenti e voi fate del male a me? questo è il mio canale https://www.youtube.com/user/DominusREIUnius/discussion
 [ Video Pop Shenouda said that s enough Amr Adib ]  ID video8jmIi0-t1iI [ Durata5:28 ] Descrizionee lui il vostro Satana SHARIA Allah Jabullon Marduck, lui ne ha fatto la esperienza tante volte, io quando prendo la mia preda, io la dilanio fino a ridurla in 1000 brandelli! [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ... OBAMA MERKEL ANTICHRIST KING SAUDI SHARIAH ARABIA ]] tu lo sai testa di cazzo, che, io mi inginocchierò mai davanti ad una pietra meteorite lunare... ECCO PERCHé, TU NON PUOI FARE NULLA PER SFUGGIRE AL TUO DESTINO!  ] [  Autore del reclamoMedia Gates Co. W.L.L    Email dell'autore del reclamo: seham@elmasna3.com ] Opera presumibilmente violata Video non da YouTube: "Pop Shenouda said that s enough Amr Adib" Video rimosso, Al momento hai 1 avvertimento sul copyright. A che cosa è dovuta questa situazione? Un titolare di copyright ci ha chiesto di rimuovere il tuo video perché ritiene che contenga materiale audio o video che vìola il suo copyright.  Titolo: Pop Shenouda said that s enough Amr Adib ] Identificazione video: 8jmIi0-t1iI [  Titolo: Amr Adib Coptic priest Fr Markous Aziz 4 ] Identificazione video: R8oR3uAELCA [ Cos'è un avvertimento sul copyright?  ] Pop Shenouda said that s enough Amr Adib [ ID video: 8jmIi0-t1iI ] Rivendicato da Media Gates Co. W.L.L il 30 lug 2015 ] Invia contronotifica [ Amr Adib Coptic priest Fr Markous Aziz 4 ] [ ID video: R8oR3uAELCA Rivendicato da Media Gates Co. W.L.L il 30 lug 2015   [ Durata6:11  ] Descrizione: lui il vostro Satana SHARIAH Allah Jabullon Marduk, lui ne ha fatto la esperienza tante volte, io quando prendo la mia preda, io la dilanio fino a ridurla in 1000 brandelli! [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ... OBAMA MERKEL ANTICHRIST KING SAUDI SHARIAH ARABIA ]] tu lo sai testa di cazzo, che, io mi inginocchierò mai davanti ad una pietra meteorite lunare... ECCO PERCHé, TU NON PUOI FARE NULLA PER SFUGGIRE AL TUO DESTINO! Autore del reclamo Media Gates Co. W.L.L ] [ Email dell'autore del reclamo seham@elmasna3.com Opera presumibilmente violata Video non da YouTube: "Amr Adib Coptic priest Fr Markous Aziz 4" [ Video ] [  ID video6SbvrI5S9JQ ] Autore del reclamo SBS Australia. Email dell'autore del reclamo sbscc@sbs.com.au     Opera presumibilmente violata Puntata TV "The Youngest Bride"



Rifugiati MARTIRI disperazione tragedia siriana DAMASCO VS SHARIA NAZI ONU
TUTTI I MARTIRI CRISTIANI UCCISA DA OBAMA SOTTO EGIDA SHARIA ONU LEGA ARABA, I NAZISTI SENZA LIBERTà DI RELIGIONE, SENZA RECIPROCITà... I MASSONI BILDENBERG TROIKA, I PIù GRANDI SATANISTI FARISEI FMI SPA 666 FED BCE, DI TUTTE LE FALSE DEMOCRAZIE MASSONICHE DEL SIGNORAGGIO BANACRIO RUBATO ALLA COSTITUZIONE.. PER DISTRUGGERE IL GENERE UMANO.. IL COMPLOTTO CHE DISINTEGRERà ISRAELE

Rifugiati alla disperazione Una tragedia siriana DAMASCO. Non conosce tregua l'orrore in Siria. Mentre i combattimenti vanno avanti peggiora di giorno in giorno la condizione dei profughi e degli sfollati. Ieri l'ennesima conferma: una donna di quarant'anni rifugiata siriana nella città di Tripoli in Libano si è data fuoco di fronte a un centro dell'Alto commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr) sotto gli occhi dei suoi figli. La donna protestava per gli scarsi aiuti alimentari ricevuti. Diverse persone che erano in coda e alcuni addetti dell'Unhcr sono intervenuti e hanno spento le fiamme. La donna è stata trasportata in gravissime condizioni all'ospedale Al Salam. Sono circa un milione i rifugiati siriani arrivati in Libano dall'inizio della crisi tre anni fa. Un'emergenza particolarmente preoccupante per le autorità di un Paese il Libano che ha solo quattro milioni di abitanti e che già ospita centinaia di migliaia di profughi palestinesi. Finora il Governo di Beirut non ha dato il permesso di allestire campi per i profughi siriani che perciò devono sopravvivere in raggruppamenti di tende sparsi nel territorio presso alloggi di fortuna o devono pagare affitti esorbitanti per sistemazioni in appartamenti malsani.

Prime Minister Binyamin Netanyahu -- king Saudi arabia, mi ha detto: " e perché, io devo riconoscere Israele? non si fanno contratti, che, devono durare con i cadaveri! "?
Lorenzojhwh Unius REI

Attacchi dei talebani Costellato di attentati il cammino verso le presidenziali afghane. KABUL. L'Afghanistan ha vissuto ieri un altro giorno di violenza per tre attacchi portati dai talebani che li hanno rivendicati a Kabul e nelle province di Kunar e Kunduz con un bilancio di almeno venti morti e quasi cinquanta feriti. Il tutto a dieci giorni dal primo turno delle elezioni presidenziali del 5 aprile. Cacciati dal potere nel 2001 da una coalizione militare internazionale diretta dagli Stati Uniti i talebani il 10 marzo scorso hanno pubblicato un proclama annunciando di voler fare di tutto per far fallire le presidenziali che rappresentano un test per la stabilità del Paese in
vista del ritiro entro quest'anno del contingente militare internazionale. Già in queste ultime settimane hanno compiuto attentati e attacchi quasi quotidiani fra cui uno clamoroso giovedì scorso nel lussuoso hotel Serena di Kabul che si è concluso con la morte di almeno nove persone di cui quattro stranieri. L'azione più clamorosa è avvenuta ieri nella capitale afghana ai danni di un affollato ufficio regionale della Commissione elettorale indipendente (Iec) sulla Dar ul Aman Road. A quanto ha riferito il
portavoce del ministero dell'Interno Sidiq Sidiqi un commando di cinque terroristi si è presentato davanti all'ingresso della Iec. «Due di essi — ha detto — si sono fatti esplodere permettendo il passaggio all'interno degli altri tre che hanno cominciato a sparare all'impazzata». Sono seguite ore di tensione in cui i talebani hanno preso in ostaggio una trentina di persone portandole al terzo piano dell'edificio mentre altre quaranta venivano salvate per l'intervento delle squadre speciali afghane che nel frattempo avevano preso possesso dei primi due piani. L'assedio è durato quasi quattro ore al termine delle quali i trenta ostaggi sono stati liberati e i terroristi uccisi. Sidiqi ha comunicato il bilancio finale dello scontro: dieci morti fra cui i cinque attentatori suicidi due agenti di polizia un dipendente della Iec un candidato provinciale
e un civile. A est nella devastata provincia orientale di Kunar due talebani sono entrati a forza nella nuova sede della Kabul Bank ad Asadabad aprendo il fuoco contro i clienti in attesa. Nella sua rivendicazione il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha precisato che i clienti erano «agenti di polizia mercenari che ritiravano lo stipendio». Al termine dell'attacco represso dalle forze di sicurezza afghane il capo della polizia provinciale generale Abdul Habib Syedkhel ha comunicato che «il bilancio è di 5 morti (2 terroristi e 3 agenti di polizia) e 16 feriti mentre nessun impiegato della banca ha riportato danni». La terza operazione dei seguaci del mullah Omar è avvenuta nella provincia di Kunduz (nord). Qui i morti sono stati 5 e i feriti 27. Nel frattempo dopo 9 anni e 1288 progetti realizzati chiude il Provincial Reconstruction Team (Prt) di Herat la componente civile del contingente italiano dell'Isaf che ha concluso ieri ufficialmente il suo mandato. Quarantaquattro poliambulatori un ospedale pediatrico e uno per tossicodipendenti un centro di medicina legale 105 scuole sessanta chilometri di rete idrica e 16 per acque reflue circa ottocento pozzi per l'acqua tre ponti 130
chilometri di strade 17 edifici pubblici e governativi 34 infrastrutture militari due centri di aggregazione per sole donne e uno di arti visive un carcere femminile un istituto penale per minori e il terminal passeggeri dell'aeroporto di Herat. Questi sono i progetti portati a termine per un investimento pari a circa 46 milioni e mezzo di euro stanziati dal ministero della Difesa italiano.

Chiesto lo scioglimento del partito islamico bengalese. DACCA. Sempre più tesa la situazione politico-istituzionale in Bangladesh. Con una mossa destinata ad ampliare il solco tra Governo e opposizione gli inquirenti incaricati di indagare sui crimini di guerra commessi nel Paese asiatico durante la sanguinosa guerra di liberazione dal Pakistan (1971) hanno chiesto ieri lo scioglimento del partito islamico Jamaat-e-Islami già escluso dalle contestate elezioni politiche dello scorso gennaio. Sono una dozzina i leader dello Jamaat-e Islami processati e condannati a pene severissime dalla nascita nel 2010 e di nomina governativa del tribunale per i crimini di guerra. La prima esecuzione di un condannato a morte — quella del sessantacinquenne vice segretario del partito Abdul Qader Mollah — è avvenuta a settembre. Da circa un anno un duro braccio di ferro tra il Governo guidato dal primo ministro Sheikh Hasina e l'opp osizione tiene il Bangladesh in uno stato di tensione permanente con frequenti e sanguinosi episodi di violenza. Sono stati almeno duecento i morti dall'inizio dell'anno dovuti alla grave situazione politica e alle violente reazioni ad arresti e condanne.

Pechino vuole spiegazioni PECHINO. La vicenda dell'aereo della Malaysia Airlines resta tuttora avvolta nel mistero. A distanza di giorni infatti non sono stati ancora Accertati i motivi per i quali il Boeing 777 ha cambiato rotta un'ora dopo il decollo dalla capitale della Malaysia. Tra le 239 persone a bordo 152 sono di nazionalità cinese. Proprio per questo il primo ministro cinese Li Keqiang ha chiesto al Governo di Kuala Lumpur di fornire nel più breve tempo possibile informazioni dettagliate e accurate su quanto realmente accaduto. Sono intanto riprese stamattina nell'oceano Indiano meridionale le ricerche dell'aereo interrotte ieri a causa del maltempo e delle avverse condizioni del mare. «Non ci fermeremo finché non risolveremo questo enigma» ha affermato il primo ministro australiano Tony Abbot. E a circa 2.500 chilometri a sud-est dalla città di Perth satelliti francesi hanno individuato almeno 122 oggetti galleggianti che si presume siano del volo Mh370 da Kuala Lumpur a Pechino scomparso dai radar l'8 marzo scorso e con ogni probabilità precipitato — e disperso — nell'oceano Indiano. Lo ha reso noto il ministro dei Trasporti della Malaysia Hishammuddin Hussein

Incostituzionale il referendum sulla Catalogna MADRID. Il referendum per l'indipendenza della Catalogna in programma il prossimo 9 novembre è incostituzionale. Lo hanno
stabilito ieri i giudici della Corte costituzionale spagnola nel primo giorno del dibattito in seduta plenaria. I magistrati — all'unanimità — hanno rilevato che secondo la Costituzione una regione «non può indire unilateralmente un referendum sull'integrazione con la Spagna». I giudici hanno inoltre dichiarato illegittima la dichiarazione di sovranità approvata dal Parlamento catalano il 23 gennaio del 2013 in particolare il primo paragrafo in cui — si legge nella sentenza — si proclama il popolo catalano «come soggetto politico e giuridico sovrano».

Diffusi dall'Unhcr i dati sugli arrivi in Italia Diecimila immigrati in tre mesi ROMA. Nei primi tre mesi dell'anno oltre diecimila immigrati sono sbarcati in Italia un dato di dieci volte maggiore rispetto all'analogo periodo del 2013. Lo ha reso noto l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr). Nel 2013 ha ricordato l'Unhcr si sono registrati 43.000 arrivi il secondo dato più alto degli ultimi dieci anni. Un numero che nel 2014 sarà superato. Circa il 50 per cento degli stranieri sbarcati in questi tre mesi sono rifugiati eritrei e siriani. Lo scorso anno le domande di asilo in Italia sono state 27.000 a fronte delle 109.000 della Germania e delle 60.000 della Francia. l'Unhcr ha così chiesto a Roma una programmazione dell'accoglienza considerato che i centri hanno già 10.000 ospiti a fronte di una capienza di soli 6.900 posti.

In Libano cattolici e musulmani nel nome di Maria JAMHOUR. Da quattro anni in Libano il giorno dell'Annunciazione del Signore è festa nazionale. E da otto ai piedi della Vergine di Notre-Dame di Jamhour si riuniscono insieme in preghiera cattolici e musulmani. Un'esp erienza che «rallegra» Papa Francesco come ha scritto il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin in un messaggio inviato a nome del Pontefice ai partecipanti all'incontro. «Il Papa — si legge — vi incoraggia cristiani e musulmani a lavorare insieme alla pace e al bene comune contribuendo così allo sviluppo integrale delle persone e all'edificazione della società». Il raduno di preghiera — del quale dà notizia Radio Vaticana — è stato organizzato nel pomeriggio di ieri nella località libanese di Jamhour. A promuoverlo nella chiesa di Notre-Dame l'Associazione degli ex allievi del
Collegio dell'Università San Giuseppe e del Collegio di Jamhour. Il dialogo — ha spiegato padre Miguel Ángel Ayuso Guixot segretario del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso intervenuto all'incontro — è «una comunicazione biunivoca» e consiste «nel parlare e ascoltare nel dare e ricevere in vista di uno sviluppo e di un arricchimento reciproco». Dialogare ha proseguito si fonda «sulla testimonianza della propria fede e su un'apertura alla religione dell'altro» e ciò non significa ha sottolineato padre Ayuso Guixot «tradire la missione della Chiesa» né dare spazio a «un nuovo metodo di conversione al cristianesimo» bensì si tratta di un dialogo interreligioso fondato su quattro basi: vita opere scambi teologici ed esperienze religiose. In sintonia con Papa Francesco il segretario del dicastero vaticano ha messo in luce la comune devozione di cristiani e musulmani alla Vergine Maria «menzionata più volte nel Cora-no». Ella è un «modello di dialogo perché insegna a credere a
non fermarsi su certezze acquisite ma ad aprirsi agli altri e a rimanere disponibili». La sua venerazione condivisa «può costituire un terreno favorevole alla coabitazione tra le due comunità»

MUMBAI. Una Giornata di preghiera per la nazione indiana è stata promossa per il 6 aprile prossimo dalla Catholic Bishops Conference of India (Cbci). L'iniziativa è stata presa in vista delle elezioni generali. Dal 7 aprile al 12 maggio infatti l'India è chiamata alle urne per eleggere i nuovi membri della Camera bassa del Parlamento. In vista di questo importante appuntamento che coinvolgerà 814 milioni di votanti la Chiesa cattolica ha perciò lanciato la Giornata di preghiera attraverso una lettera inviata a sacerdoti religiosi e fedeli laici e firmata dal cardinale Baselios Cleemis Thottunkal presidente della Cbci: «Dovrà essere un giorno di fervida preghiera per lo svolgimento pacifico delle elezioni e per l'assistenza divina di tutti i cittadini così che possano eleggere i candidati migliori capaci di sostenere i valori e i principi morali nella vita pubblica»

L'OSSERVATORE ROMANO pagina 6 giovedì 27 marzo 2014 Nell'omelia del patriarca di Gerusalemme dei Latini per l'Annunciazione del Signore Francesco in Terra Santa Dalla sacra famiglia di Nazareth la forza per affrontare sfide e minacce all'unità determinazione ad affrontarle a superarle con la forza di Colui il quale ha vinto il mondo e calpestato il male attraverso la sua croce e la sua risurrezione. Invito dunque tutti i figli della Terra Santa a compiere un pellegrinaggio a Nazareth in quest'anno consacrato alla famiglia per seguire l'esempio della santa famiglia. Qui a Nazareth tutto è cominciato» ha concluso il patriarca Twal ricordando che «è il Nuovo Testamento che comincia con l'incarnazione del Figlio di Dio venuto fra noi come salvatore liberatore messaggero di amore e di pace. È venuto qui per dissipare la paura e rendere la pace ai nostri cuori e al nostro spirito». L'episcopato in vista del voto In preghiera per la nazione indiana

Con l'abisso pronto a inghiottirti. In «Un paesaggio di ceneri» di Élisabeth Gille il seguito ideale di «Suite francese». 26 marzo 2014. Un libro intenso e commovente sull'impossibilità di dimenticare sull'indelebile dolore di chi sopravvive e sulla difficoltà di ritrovare la propria identità dopo essere stati privati di tutto.
[ Sentinella tedesca a Bordeaux nel 1940 ] Così Gaetano Vallini definisce Un paesaggio di ceneri di Élisabeth Gille con il quale la scrittrice colma in maniera definitiva la distanza tra il suo mondo di orfana a causa della follia nazista e quello della madre che aveva appena avuto il tempo di sfiorare; una madre dal nome impegnativo: Irène Némirovski autrice di quel capolavoro che è Suite francese uno dei libri più belli sulla guerra incredibilmente salvato e sottratto all'oblio per essere pubblicato nel 2004 sessant'anni dopo la morte dell'autrice ad Auschwitz. Perché del romanzo materno Un paesaggio di ceneri in libreria dal 2 aprile (Venezia Marsilio 2014 pagine 171 euro 16) pur con una scrittura meno raffinata ed elegante ma non meno efficace e incisiva nella sua sobrietà potrebbe essere considerato una sorta di seguito ideale nonostante sia stato pubblicato otto anni prima. Più correttamente si dovrebbe parlare di un'autobiografia camuffata in cui non è difficile intravvedere nel personaggio della piccola protagonista Léa la stessa autrice con il suo dramma interiore. Proprio per questo non è semplice scegliere da dove cominciare per parlarne se dalla vita di Élisabeth o da quella di Léa una bambina ebrea che come lei «non sapeva niente di se stessa niente delle proprie origini e della propria identità. Non era che terra bruciata un paesaggio di ceneri». E del resto dopo la deportazione senza ritorno della madre Irène e del padre Michel Epstein anche Élisabeth Gille e la sorella Denise trovarono prima asilo in un pensionato cattolico e poi ospitalità presso amici di famiglia.

Intitolato a Óscar Romero l'aeroporto di San Salvador. 25 marzo 2014. Lo scalo aereo della capitale di El Salvador si chiamerà da oggi e per sempre aeroporto internazionale Óscar Arnulfo Romero y Galdámez»: lo ha annunciato ieri il presidente Mauricio Funes nel 34° anniversario dell'assassinio dell'arcivescovo che fu ha aggiunto «voce dei senza voce nei momenti più difficili della storia recente del Paese». L'arcivescovo Romero fu assassinato mentre celebrava la messa.

Solidarietà internazionale per combattere la fame Intervento della Santa Sede a GinevrA. 26 marzo 2014. Pubblichiamo la nostra traduzione dell'intervento svolto il 10 marzo dall'arcivescovo Silvano M. Tomasi osservatore permanente della Santa Sede presso l'Ufficio delle Nazioni Unite e Istituzioni specializzate a Ginevra durante la XXV sessione ordinaria del Consiglio per i diritti dell'uomo sul diritto al cibo. Signor Presidente La mia Delegazione coglie con piacere l'opportunità di parlare a questo Consiglio dell'urgente necessità che i Governi e la società globale rispettino proteggano agevolino e adempiano meglio il diritto umano al cibo. Siamo profondamente grati al Relatore speciale uscente per i suoi significativi sforzi a questo riguardo ed esprimiamo il sincero auspicio che in futuro si compiano altri progressi al fine di assicurare che il diritto al cibo non sia «ridotto a un diritto a non morire di fame» e venga davvero riconosciuto come «diritto inclusivo a un'alimentazione adeguata e a tutti gli elementi nutrizionali» necessari «per vivere una vita sana e attiva e mezzo per accedervi» (www.ohchr.org/Documents/HRBodies/.../A-HRC-19-59_en.pdf). La comunità internazionale ha certamente compiuto progressi nell'affrontare il tema della sicurezza alimentare. In occasione della Giornata mondiale dell'alimentazione 2013 (José Graziano Da Silva Direttore Generale della Fao La sicurezza alimentare è la sfida del futuro «L'Osservatore Romano» giovedì 19 settembre 2013) l'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite ha riferito che dalla fine della seconda guerra mondiale la disponibilità di cibo pro capite è cresciuta di oltre il 40 per cento. Ha però anche spiegato che la fame colpisce ancora oltre 840 milioni di persone ma è molto meno evidente poiché persiste principalmente tra quanti vivono nei Paesi in via di sviluppo. Questo tipo di fame si manifesta come «morte lenta» causata da denutrizione privando i bambini delle opportunità e impedendo loro di raggiungere quelle pietre miliari dello sviluppo come la crescita secondo parametri normali lo sviluppo neuromotorio le prestazioni scolastiche che sono date per scontate dalle persone ben nutrite che vivono in Paesi ad alto reddito... «ciò costituisce un vero scandalo» (www.vatican.va/holy_father/francesco/messages/peace/documents/papa-francesco_20131208_messaggio-xlvii-giornata-mondiale-pace-2014_it.html). Signor Presidente nel suo Messaggio per l'ultima Giornata mondiale dell'alimentazione Papa Francesco ha asserito con forza che «fame e denutrizione non possono mai essere considerati un fatto normale al quale abituarsi quasi si trattasse di parte del sistema» www.vatican.va/holy_father/francesco/messages/food/documents/papa-francesco_20131016_messaggio-giornata-alimentazione_it.html). Per spezzare questo circolo vizioso occorre prendere misure strutturali come l'attuazione di leggi quadro a livello nazionale e lo sviluppo di politiche alimentari giuste. Abbiamo anche bisogno di processi ben sviluppati tra cui l'attuazione e il controllo delle politiche nonché dello stanziamento adeguato di risorse. Infine dobbiamo esaminare con attenzione i risultati e l'impatto sulla base di statistiche relative alla fame e alla malnutrizione e di indicatori riguardanti la disponibilità di cibo le entrate sufficienti e i prezzi abbordabili per acquistare un'alimentazione adeguata per le famiglie e i membri più vulnerabili della società.

In un certo senso Signor Presidente Papa Francesco ha tracciato una Road Map volta a favorire ulteriormente la piena attuazione del diritto al cibo. «Qualcosa deve cambiare in noi stessi nella nostra mentalità nelle nostre società» ha esortato proponendo che «un passo importante sia abbattere con decisione le barriere dell'individualismo della chiusura in se stessi della schiavitù del profitto a tutti i costi» (ibid.). Pertanto la mia Delegazione suggerisce che il raggiungimento del diritto al cibo esige solidarietà sociale tra tutti i popoli in aggiunta alle salvaguardie legali e politiche già stabilite da questo Consiglio. A livello nazionale ciò esige investimenti pubblici e privati adeguati per consentire ai piccoli agricoltori di aumentare la produttività di ottenere un surplus di guadagno sufficiente per migliorare le condizioni nelle quali coltivano la terra e di essere in grado di contare a lungo termine su prospettive di entrate sufficienti per sostenere le loro famiglie. Occorrerà una particolare attenzione per agevolare l'autonomizzazione e la partecipazione delle donne nelle campagne per favorire l'agricoltura e lo sviluppo rurale. Riguardo al settore privato dobbiamo cercare una distribuzione più equa delle risorse che non sfavorisca i piccoli produttori di cibo locali. Nel fornire assistenza umanitaria occorre assicurare l'accesso al cibo e alle risorse delle popolazioni colpite sia all'interno dei confini che attraverso gli stessi. L'assistenza allo sviluppo dovrebbe includere componenti agricole affinché il diritto di produrre e di commercializzare il cibo venga assicurato senza discriminazioni. La solidarietà a livello internazionale è parimenti importante negli sforzi per garantire il diritto al cibo. L'accordo raggiunto a Bali durante la nona Conferenza ministeriale dell'Organizzazione mondiale del commercio su «l'azionariato pubblico ai fini della sicurezza alimentare» è sulla stessa falsariga ed è un chiaro esempio di come il multilateralismo possa riacquistare il suo ruolo centrale nel confrontarsi con nuovi problemi affrontare nuove opportunità e soprattutto promuovere un commercio più libero e più equo non come fine a se stesso ma come uno tra i tanti approcci per porre fine alla povertà per tutti. L'attuazione di questo accordo provvisorio offrirebbe ai Paesi che ne hanno bisogno un accesso più sicuro stabile ed equo al cibo.
In questo Anno internazionale dell'agricoltura familiare Signor Presidente la mia Delegazione desidera esortare questo Consiglio a includere quale componente speciale dei suoi sforzi per promuovere e preservare il diritto umano al cibo «l'educazione alla solidarietà e a uno stile di vita che superi la "cultura dello scarto" e metta realmente al centro ogni persona e la sua dignità parte dalla famiglia» (ibid)

Le sanzioni e lo spiraglio. Barack Obama prospetta misure più stringenti contro la Russia ma lascia aperta la porta al dialogo. 26 marzo 2014. Bruxelles 26. Resta alta la tensione in Ucraina dopo l'annessione della Crimea alla Federazione russa. Da ieri la bandiera russa sventola su tutte le installazioni militari in Crimea. Forse anche per questo il presidente statunitense Barack Obama — oggi in missione a Bruxelless dove incontra gli esponenti del Governo belga il segretario generale della Nato e i vertice dell'Ue prima di giungere a Roma — ha lanciato ieri dall'Aja un monito a Putin: se non si ferma il resto del mondo è pronto a reagire. E l'Alleanza atlantica sta già preparando piani per difendere gli altri Paesi dell'est europeo. Obama ha sottolineato che dopo l'annessione della Crimea la Russia «è più isolata che ai tempi dell'Unione sovietica».


Dalla famiglia una garanzia di sviluppo Presentato l'incontro mondiale di Philadelphia. 25 marzo 2014. A servizio della famiglia con intelligenza coraggio e amore: prende spunto da questo triplice presupposto il cammino di preparazione all'ottavo Incontro mondiale delle famiglie in programma dal 22 al 27 settembre 2015 a Philadelphia. «Intelligenza nel leggere il presente della famiglia; coraggio per affrontare i complessi e numerosi problemi; amore per cercare di risolverli tenendo sempre presente il Vangelo della famiglia e della vita» ha spiegato stamattina martedì 25 marzo l'arcivescovo Vincenzo Paglia presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia riprendendo le indicazioni di Papa Francesco.

Il presule è intervenuto nella Sala Stampa della Santa Sede alla conferenza di presentazione dell'avvenimento insieme al pastore dell'arcidiocesi che lo ospiterà il cappuccino Charles Joseph Chaput. «Teologia della famiglia; spiritualità e santità coniugale; ecclesiologia e pastorale della famiglia; famiglia e rapporto con la cultura contemporanea; famiglia e migrazioni; famiglia ed ecumenismo: queste alcune delle piste e degli ambiti di un lavoro comune da portare avanti» ha spiegato monsignor Paglia al fine di «accompagnare nel loro cammino tutte le famiglie del mondo con una pastorale intelligente coraggiosa e piena di amore». Del resto l'incontro di Philadelphia si colloca in un «momento particolarmente importante per la vita della Chiesa» visto che Papa Francesco «ha voluto porre al centro dell'attenzione proprio il tema della famiglia». Lo testimoniano i due Sinodi dei vescovi quello straordinario in programma a ottobre e quello ordinario dell'anno seguente entrambi dedicati alla famiglia. E proprio alla vigilia di quest'ultimo appuntamento del 2015 si collocano le giornate di Philadelphia. Anzi ha fatto notare il presule «non si deve dimenticare che questo itinerario ecclesiale si inserisce anche in quel filone di analisi e di dibattito che l'Onu ha proposto in questo anno con l'indizione dell'anno della famiglia» per cui non va sottovalutato lo stretto legame tra l'appuntamento che si svolge in Pennsylvania «e i dibattiti che si stanno svolgendo nella sede centrale delle Nazioni unite a New York. È un invito a tutte le istituzioni religiose e civili a lavorare insieme per un futuro migliore della famiglia nel mondo». Infatti ha concluso il presidente del dicastero vaticano da essa dipende «il destino di una umanità pacifica e solidale. Il convergere nella famiglia aiuta tutti i popoli a sentirsi e a operare come un'unica famiglia».


Per la difesa e la protezione dei bambini Comunicato della Sala Stampa della Santa Sede. 05 febbraio 2014. Al termine della sua sessantacinquesima sessione il Comitato per i diritti del fanciullo ha pubblicato le sue osservazioni conclusive sugli esaminati rapporti della Santa Sede e di cinque Stati parte alla Convenzione sui diritti del fanciullo (Congo Germania Portogallo Federazione Russa e Yemen). Secondo le particolari procedure previste per le parti della Convenzione la Santa Sede prende atto delle osservazioni conclusive sui propri rapporti le quali saranno sottoposte a minuziosi studi ed esami per pieno rispetto della Convenzione nei differenti ambiti presentati dal Comitato secondo il diritto e la pratica internazionale come pure tenendo conto del pubblico dibattito interattivo con il Comitato svoltosi il 16 gennaio 2014. Alla Santa Sede rincresce tuttavia di vedere in alcuni punti delle osservazioni conclusive un tentativo di interferire nell'insegnamento della Chiesa cattolica sulla dignità della persona umana e nell'esercizio della libertà religiosa. La Santa Sede reitera il suo impegno a difesa e protezione dei diritti del fanciullo in linea con i principi promossi dalla Convenzione sui diritti del fanciullo e secondo i valori morali e religiosi offerti dalla dottrina cattolica.

Chiesa evangelica. attaccata in Kenya. 24 marzo 2014. Quattro persone sono state uccise e altre 17 sono state ferite ieri nell'attacco sferrato da uomini armati contro i fedeli raccolti in una chiesa evangelica di Likoni nei pressi di Mombasa nel sud-est del Kenya. Secondo quanto ha riferito il capo della polizia locale a un'emittente radiofonica gli autori dell'attacco sono riusciti a fuggire. Tra i primi interventi di condanna dell'accaduto c'è stato quello dei responsabili delle comunità musulmane della zona.

Cosa resta della lotta alla fame Tra scarsi investimenti e cambiamenti climatici. 26 marzo 2014. Londra 26. La lotta contro la fame rischia di tornare indietro di decenni a causa dei cambiamenti climatici e l'attuale sistema alimentare è del tutto inadeguato ad affrontare la sfida. Un bambino pakistano denutrito (Afp). L'allarme arriva da Oxfam (la confederazione di diciassette organizzazioni non governative attive in più di cento Paesi) proprio mentre in Giappone è in corso il vertice mondiale per discutere l'ultimo rapporto dell'Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change) dal quale emerge che il riscaldamento globale avrà un impatto sulla disponibilità di cibo ben più grave del previsto. In un recente studio Oxfam ha "dato i voti" ai Governi per la loro azione nella lotta alla fame e al cambiamento climatico. Il quadro che emerge è impressionante: tutti i Governi del mondo risultano impreparati ad affrontare l'impatto dei cambiamenti climatici.

Per ricostruire. dopo il tifone Haiyan. Visita nelle Filippine del segretario del dicastero per i migranti. 25 marzo 2014. «Aiutare i marittimi colpiti dal tifone dialogando con la Chiesa locale con progetti sostenibili che tengano conto dell'equilibrio ecologico e della difesa dei diritti dei pescatori e che siano economicamente trasparenti».
È quanto ha raccomandato il vescovo Joseph Kalathiparambil segretario del Pontificio Consiglio per la pastorale dei migranti e degli itineranti spiegando lo scopo del viaggio che sta realizzando in questi giorni nelle Filippine accompagnato da padre Bruno Ciceri incaricato dell'apostolato del mare in seno allo stesso dicastero. Dopo il tifone Haiyan del 7 novembre scorso il Pontificio Consiglio ha istituto un fondo speciale per finanziare progetti a beneficio della gente di mare delle aree interessate. Il cardinale presidente Antonio Maria Vegliò ha riferito che «questa campagna ha suscitato una commossa reazione di solidarietà da parte dei centri Stella maris di tutto il mondo e di numerose persone e fino a questo momento ci ha permesso di raccogliere una cifra del tutto ragguardevole».

Barack Obama rassicura l'Ucraina.  Cancellato il vertice del g8 con la Russia a Soci [ questi Gmos GENDER sono andati a distruggere la flotta russa del mar nero attraverso un golpe e parlano di che cosa? voi siete tutti testimoni questo è il pretesto perché hanno deciso a tavolino di fare la terza guerra mondiale! ] 25 marzo 2014. Il presidente statunitense davanti alla «Ronda di notte» di Rembrandt (Ap) Le azioni della Russia in Ucraina e in Crimea «minano le fondamenta dell'architettura della sicurezza globale e mettono in pericolo la pace e la sicurezza in Europa. Ucraina e Stati Uniti ribadiscono che non riconosceranno l'illegale tentativo della Russia di annettere la Crimea che è una parte integrante dell'Ucraina. Gli Stati Uniti continueranno ad aiutare l'Ucraina ad affermare la sua sovranità e l'integrità territoriale». È quanto ribadiscono oggi in una nota congiunta i Governi di Washington e di Kiev a margine della seconda giornata di lavori del summit sulla sicurezza nucleare a L'Aja in Olanda. E sempre a L'Aja i leader del G7 ovvero Stati Uniti Germania Gran Bretagna Francia Giappone Italia e Canada oltre ai rappresentanti dell'Unione europea come protesta per le iniziative definite inaccettabili di Mosca hanno deciso ieri che non incontreranno più il presidente russo Vladimir Putin finché «non cambierà comportamento». La prossima riunione si terrà a Bruxelles a giugno a sette. Niente g8 di Soci quindi.

L'esercito invisibile. L'Ilo rilancia l'allarme sulla condizione giovanile nel mondo. 25 marzo 2014. Una manifestazione di senza lavoro ad Atene (Reuters) Un esercito invisibile che non ha uniforme e non combatte nessuna guerra. Ma che lotta per il proprio futuro anche se le prospettive sono poco rassicuranti. È l'esercito dei giovani senza lavoro come li definisce l'Ilo l'Organizzazione mondiale del lavoro rilanciando i numeri sull'emergenza disoccupazione giovanile. Nel 2013 erano circa 745 milioni i disoccupati al di sotto dei 25 anni nel mondo quasi un milione in più rispetto all'anno precedente. Il tasso di disoccupazione giovanile su scala mondiale ha così superato il 13 per cento quasi tre volte quello degli adulti. Tra loro ci sono soprattutto quei giovani che non lavorano non studiano e non sono impegnati in nessuna attività formativa. Sono i Neet (Not in Education Employment or Training).fino al 28 marzo in quattro città francesi la Nuit des témoins

Dove essere cristiani può costare anche la vita. PARIGI. Il patriarca di Alessandria dei Copti Ibrahim Isaac Sidrak l'arcivescovo di Bangui Dieudonné Nzapalainga l'arcivescovo di Mossul dei Caldei Amel Shamon Nona il prete maronita libanese Samer Nassif la religiosa siriana Raghida Al Khouri: sono le personalità invitate alla sesta edizione della
Nuit des témoins che si svolge dal 24 al 28 marzo a Strasburgo Bordeaux Marsiglia e Parigi. L'iniziativa organizzata da Aide à l'Eglise en Détresse ha lo scopo di rendere
omaggio attraverso la preghiera e la testimonianza a tutti i cristiani discriminati o addirittura uccisi a causa della loro fede. Si è cominciato la sera di lunedì 24 a Strasburgo nella chiesa di SaintPierre-le-Jeune dove a presiedere la «Notte dei testimoni» è stato chiamato il vescovo ausiliare Christian Kratz. È stata poi la volta di Bordeaux martedì 25 nella cattedrale di Saint-André con il cardinale arcivescovo Jean-Pierre Ricard. Si continua poi a Marsiglia mercoledì 26 nella basilica del Sacré-Coeur con l'arcivescovo Georges Pontier e infine a Parigi venerdì 28 dove nella cattedrale di Notre-Dame si terranno prima una messa e poi una veglia guidate dal cardinale arcivescovo André Vingt - Trois. «Minacciati più volte preghiamo Dio di proteggere le chiese e le persone ma forti della nostra fede in Gesù Cristo e certi del nostro
amore per l'Egitto non lasceremo mai la nostra terra» ha dichiarato di recente monsignor Sidrak. Nella Nuit des témoins racconterà anche delle sessanta chiese saccheggiate e delle rappresaglie contro i copti seguite alla caduta del presidente Morsi e delle difficoltà nei rapporti fra cristiani e musulmani «a causa di una certa ignoranza». Il patriarca 58 anni conosce bene le sfide che il suo Paese si trova di fronte

Dopo aver studiato filosofia e teologia al Seminario maggiore di Maadi prima di diventarne il rettore ha preso poi la guida dell'Ufficio catechetico di Sakakini e infine della
cattedrale copta cattolica del Cairo. Eletto patriarca di Alessandria dei Copti il 15 gennaio 2013 è considerato un moderato. Non crede a una vera e propria persecuzione contro i cristiani ma non tace «le migliaia di violenze quotidiane che subiscono i copti in quanto copti» dalla richiesta di un semplice documento alla selezione in caso di assunzione. Massacri saccheggi violenze: nella Repubblica Centroafricana è questo da più di un anno il tragico bollettino quotidiano. A parlarne è stato chiamato l'arcivescovo di Bangui molto conosciuto in Francia Paese nel quale ha studiato teologia e dal quale ha lanciato di recentemente appelli alla comunità internazionale. Nella Repubblica Centroafricana un'escalation di violenza «mai vista in tutta la mia vita» ha dichiarato monsignor Nzapalainga. Gruppi armati hanno profanato luoghi di culto cristiani e preso di mira le loro proprietà. «Non abbiamo capito perché» ha detto il presule che assieme al pastore protestante e all'imam di Bangui è fortemente impegnato nel dialogo ecumenico e interreligioso con l'obiettivo della pace e della riconciliazione. Rifiuta le accuse facili e gli amalgami ingannevoli. A Natale il suo messaggio rivolto ai cristiani di buona volontà li esortava a «prendere coscienza della parte di responsabilità di ciascuno in tutti i mali di cui soffre la nazione» al fine di «dare il meglio di voi stessi per rafforzare la speranza». Monsignor Nona arcivescovo di Mossul dei Caldei parlerà invece della situazione dei cristiani in Iraq. «Siamo vittime di fondamentalisti venuti dai Paesi vicini per combattere gli infedeli» ammonisce il giovane presule (46 anni) prima parroco ad Alqosh la città dove è nato e poi docente di teologia al Collegio
pontificio di Erbil. In dieci anni di conflitto la comunità cristiana in Iraq ha perso più della metà dei suoi membri e ha visto attaccate una settantina di chiese. Ma «bisogna restare» afferma perché «la fede cristiana non è una teoria astratta» perché «dà un senso a questa vita di persecuzione fornendo la forza necessaria per sopportarla». La risposta alla violenza è «l'amore essere ancora più uniti avere reale coscienza della propria fede». Alla «Notte dei testimoni» anche padre Samer Nassir e suor Raghida Al Khouri. Il primo nativo di Deir el-Qamar in Libano villaggio che mette a contatto cristiani e drusi si soffermerà sul calvario vissuto dai cristiani orientali ma anche sulla loro vitalità e speranza. La religiosa parlerà invece del suo Paese la Siria dove i cristiani ma anche i musulmani moderati si sentono «annichiliti abbandonati»

CRISTIANI PERSEGUITATI. 4 marzo 2014. Oggi ci sono cristiani condannati perché hanno una Bibbia. "La Croce è sempre nella strada cristiana". E' quanto affermato da Papa Francesco nella Messa di stamani a Casa Santa Marta. Il Papa ha incentrato la sua omelia sulle persecuzioni dei cristiani e ha avvertito che oggi ci sono più martiri che nei primi tempi della Chiesa. Quindi ha affermato che la vita cristiana non è "un vantaggio commerciale" ma "è semplicemente seguire Gesù". Gesù aveva appena finito di parlare sul pericolo delle ricchezze e Pietro gli domanda cosa riceveranno i discepoli che hanno lasciato tutto per seguirlo. Papa Francesco ha svolto la sua omelia muovendo da questo confronto narrato dal Vangelo odierno e subito ha sottolineato che Gesù "è generoso". In verità risponde il Signore "non c'è nessuno che abbia lasciato" la famiglia la casa i campi che "non riceva già ora in questo tempo cento volte tanto". Forse ha commentato il Papa Pietro pensa che "andare dietro Gesù" sia una "bella attività commerciale" perché ci fa guadagnare cento volte tanto. Ma Gesù aggiunge che accanto a questo guadagno ci saranno persecuzioni: "Come se dicesse: 'Sì voi avete lasciato tutto e riceverete qui in terra tante cose: ma con la persecuzione!'. Come un'insalata con l'olio della persecuzione: sempre! Questo è il guadagno del cristiano e questa è la strada di quello che vuole andare dietro a Gesù perché è la strada che ha fatto Lui: Lui è stato perseguitato! E' la strada dell'abbassamento. Quello che Paolo dice ai Filippesi: 'Si abbassò. Si è fatto uomo e si abbassò fino alla morte morte di croce'. Questo è propria la tonalità della vita cristiana". Così anche nelle Beatitudini ha proseguito il Papa quando Gesù dice: "Beati voi quando vi insulteranno quando sarete perseguitati a causa del mio nome" "è una delle Beatitudini la persecuzione". I discepoli ha rammentato "subito dopo la venuta dello Spirito Santo hanno cominciato a predicare e sono cominciate le persecuzioni: Pietro è andato in carcere" Stefano è stato ucciso e poi "tanti discepoli fino al giorno d'oggi". "La Croce – ha ammonito – è sempre nella strada cristiana!" "Noi – ha ribadito – avremo tanti fratelli tante sorelle tante madri tanti padri nella Chiesa nella comunità cristiana" ma "anche avremo la persecuzione":

"Perché il mondo non tollera la divinità di Cristo. Non tollera l'annuncio del Vangelo. Non tollera le Beatitudini. E così la persecuzione: con la parola le calunnie le cose che dicevano dei cristiani nei primi secoli le diffamazioni il carcere… Ma noi dimentichiamo facilmente. Ma pensiamo ai tanti cristiani 60 anni fa nei campi nelle prigioni dei nazisti dei comunisti: tanti! Per essere cristiani! Anche oggi… 'Ma oggi abbiamo più cultura e non ci sono queste cose'. Ci sono! E io vi dico che oggi ci sono più martiri che nei primi tempi della Chiesa." Tanti fratelli e sorelle ha proseguito "che danno testimonianza di Gesù offrono la testimonianza di Gesù e sono perseguitati". Cristiani ha constatato con amarezza che non possono neppure avere la Bibbia con sé: "Sono condannati perché hanno una Bibbia. Non possono fare il segno della croce. E questa è la strada di Gesù. Ma è una strada gioiosa perché mai il Signore ci prova più di quello che noi possiamo portare. La vita cristiana non è un vantaggio commerciale non è un fare carriera: è semplicemente seguire Gesù! Ma quando seguiamo Gesù succede questo. Pensiamo se noi abbiamo dentro di noi la voglia di essere coraggiosi nella testimonianza di Gesù. Anche pensiamo - ci farà bene - ai tanti fratelli e sorelle che oggi - oggi! - non possono pregare insieme perché sono perseguitati; non possono avere il libro del Vangelo o una Bibbia perché sono perseguitati". Pensiamo ha detto ancora a quei fratelli che "non possono andare a Messa perché è vietato". Quante volte ha affermato "viene un prete di nascosto fra di loro fanno finta di essere a tavola a prendere un tè e lì celebrano la Messa" "perché non li vedano". "Questo – ha avvertito il Papa - succede oggi". Pensiamo ha concluso se siamo disposti "a portare la Croce come Gesù? A portare persecuzioni per dare testimonianza di Gesù" come "fanno questi fratelli e sorelle che oggi sono umiliati e perseguitati"; "questo pensiero ci farà bene a tutti". Alessandro Gisotti - Radio Vaticana ©riproduzione riservata

CRISTIANI PERSEGUITATI. 13 febbraio 2014. Libertà religiosa. più a rischio Negli ultimi anni vi è stato un continuo aumento delle violazioni commesse sia da attori governativi che non governativi contro individui e gruppi sociali attuati sulla base della loro appartenenza religiosa o della loro fede. È questo il quadro tracciato dal Rapporto 2013 sulla situazione della libertà di religione o fede nel mondo un dossier preparato dal Gruppo di lavoro sul tema del Parlamento europeo guidato dagli europarlamentari olandesi Dennis de Jong e Peter Van Dalen. Si tratta di un gruppo creato sulla scorta della decisione del Consiglio Ue del 2013 di varare delle linee guida per la tutela del diritto alla libertà di religione nel mondo. Il rapporto è stato presentato ieri a Bruxelles nel corso di una conferenza cui hanno partecipato anche rappresentanti della Commissione Usa sulla libertà internazionale di religione e rappresentanti della Piattaforma europea sull'intolleranza e la discriminazione religiosa. Secondo il rapporto sono 25 i Paesi di «particolare preoccupazione» 15 dei quali sono segnalati addirittura come «gravi violatori» della libertà di religione e fede (Cina Egitto Eritrea India Iran Iraq Corea del Nord Libia Mali Nigeria Pakistan Arabia Saudita Siria Tunisia e Uzbekistan). Per i cristiani in particolare «la Corea del Nord rimane il Paese più difficile al mondo»: tra 50mila e 70mila cristiani sono detenuti in «spaventosi campi di prigionia». Anche in Eritrea che pure riconosce cattolicesimo e ortodossia come fedi ufficiali risultano detenuti tra i 2mila e i 3mila cristiani. Altro Paese che vive una situazione a dir poco drammatica è la Nigeria dove tra il novembre 2011 e l'ottobre 2012 si sono avuti ben 791 dei 1.201 assassinii di cristiani registrati in tutto il mondo. Accanto alla prigionia si sono registrate nel mondo altre gravi forme di violenze per motivi religiosi come ad esempio il divieto di cambiare religione che è tuttora in vigore in 39 Paesi. In questo tipo di violazione della libertà primeggia l'India al cui interno ci sono vari Stati federali in cui è espressamente vietato abbandonare l'induismo. Delicato anche il cambio di religione in vari Paesi islamici come la Giordania ma soprattutto l'Egitto. Quest'ultimo Paese è segnalato nel rapporto anche per il quasi costante rifiuto di concedere l'autorizzazione alla costruzione di nuove chiese ai cristiani copti mentre in Iran dal 2010 si contano ben 300 arresti tra musulmani convertitisi al cristianesimo. Un caso estremo per le persecuzioni religiose è l'Arabia Saudita che presenta delle pesanti discriminazione per i cittadini o i residenti non-musulmani. Sulla scorta di queste informazioni il Gruppo di lavoro ha fortemente raccomandato all'Unione europea di dare alla questione della libertà religiosa un ruolo cruciale nel stabilire rapporti e nello stringere negoziati con i Paesi terzi. Giovanni Maria Del Re ©riproduzione riservata

CRISTIANI PERSEGUITATI. 8 gennaio 2014. Fede alla prova. Cristiani persecuzioni in aumento nel 2013. Il numero dei cristiani perseguitati per la loro fede è in aumento. Anche nel 2013 le violenze e le discriminazioni nei loro confronti sono cresciute. Il dato emerge anche dall'"Indice mondiale delle persecuzioni 2014" uno studio che classifica i 50 Paesi più colpiti dall'intolleranza realizzato dall'associazione Portes ouvertes France una ong di sostegno ai cristiani perseguitati. Associazione apolitica fondata nel 1976 Portes Ouvertes France realizza questo rapporto dal 1997. Nel 2013 scrive l'ong c'è stato un aumento generalizzato delle persecuzioni: L'Africa in particolare la cintura del Sahel "è diventata un campo di battaglia per la Chiesa" e c'è stato una sorta di "inverno cristiano proprio nei Paesi che hanno vissuto la primavera araba". La Corea del Nord si conferma per la dodicesima volta consecutiva il Paese in cui per i cristiani vivere è più pericoloso e precario; al secondo posto la Somalia dove tribù e clan musulmani assicurano la morte "a quasi tutti i cristiani che incontrano". La situazione non migliora nei Paesi arabi. Siria ed Egitto innanzitutto: la Siria passata dal 11esimo al terzo posto detiene il triste primato dei numero di cristiani assassinati (più della Nigeria secondo notizie desunte dalla stampa); l'Egitto è il Paese dove i cristiani hanno subito più violenze. L'estremismo islamico si conferma il fattore più insidioso. L'aumento delle persecuzioni si nota particolarmente negli Stati falliti quelli cioè in cui il potere centrale stenta ad assumere pienamente il suo ruolo: oltre alla Somalia e alla Siria l'Iraq l'Afghanistan il Pakistan lo Yemen e ora anche la Repubblica Centrafricana.
Tra gli altri Paesi in cui i cristiani sono sotto pressione troviamo le Maldive l'Arabia Saudita l'Iran la Libia l'Uzbekistan il Qatar. ©riproduzione riservata

27 dicembre 2013. Libertà religiosa. Martirio via dei cristiani. EUROPA Nel nome del "laicismo" si contrasta ogni radice. «Accade» che i cristiani siano apertamente avversati «anche in Paesi e ambienti che sulla carta tutelano la libertà e i diritti umani ma dove di fatto i credenti e specialmente i cristiani incontrano limitazioni e discriminazioni». La nota del Papa ieri all'Angelus fa risuonare anche i numerosi episodi in Europa dove la negazione del cristianesimo come dimensione pubblica va dai Paesi nei quali sono banditi gli auguri di Natale come la Gran Bretagna a quelli dove la semplice esibizione durante un tg di una piccola croce attaccata a una catenina può costare il posto a una giornalista com'è accaduto poco più di un mese fa in Norvegia. I cristiani sono oggi osteggiati in Francia: qui la Chiesa sta ricordando al governo Hollande impegnato a legalizzare l'eutanasia dopo le nozze gay che «né la Repubblica né lo Stato né i medici sono proprietari della vita umana» come ha ammonito la vigilia di Natale l'arcivescovo di Lione cardinale Barbarin. Ma sono tempi difficili anche per i cristiani in Belgio dove sono gruppi di credenti ad animare l'opposizione al progetto di legge per estendere l'eutanasia ai bambini. Aperto dileggio affrontano i credenti spagnoli che sostengono il ripristino della legge sull'aborto ripulita dalle liberalizzazioni di Zapatero. Situazione analoga in Croazia dove la Chiesa ha guidato la grande – e contestata – iniziativa per la difesa della famiglia con la riforma referendaria della Costituzione. Francesco Ognibene

NIGERIA Il fondamentalismo del Nord innesca la caccia ai fedeli. Nell'Africa sub-sahariana la Nigeria centro-settentrionale rappresenta da tempo una delle regioni più pericolose per la comunità cristiana. Le violenze sono aumentate radicalmente con gli attacchi degli jihadisti di Boko Haram una setta formatasi nella città nord-orientale di Maiduguri che ha l'obiettivo di portare nel Paese una versione molto più estrema della sharia (la legge coranica). Negli ultimi quattro anni quelli che a volte sono definiti i «taleban nigeriani» hanno preso di mira soprattutto leader civili e luoghi di culto cristiani. I dati ufficiali parlano di almeno 3.600 morti dal 2009 in gran parte cristiani.
La maggior parte degli attentati di Boko Haram sono avvenuti nel nord della Nigeria a maggioranza islamica costringendo migliaia di cristiani a dirigersi verso sud. Lo Stato centrale del Plateau è però spesso teatro di scontri tra le comunità musulmana contro quella cristiana o tra i militanti e le autorità. I qaedisti hanno anche colpito più volte le chiese a Natale. Quest'anno dopo una serie di attacchi dell'esercito ai militanti il 24 dicembre nel nord-est del Paese e grazie all'innalzamento del livello di sicurezza in tutto il territorio non ci sono stati attentati. Matteo Fraschini Kofi

MEDIO ORIENTE La Terra Santa è l'epicentro di un lungo esodo forzato. Sono solo 154mila i cristiani che abitano oggi la Terra Santa dentro i confini di Israele. L'80% della minoranza cristiana sono arabi altri sono congiunti di ebrei a cui vanno aggiunti circa 30mila lavoratori stranieri e i cristiani palestinesi di Gerusalemme Est. Davvero un "piccolo gregge" nello Stato di Israele che conta circa 8milioni di abitanti (6milioni di ebrei e oltre un milione e mezzo di arabi). Nazaret è la città con più alto numero di cristiani seguita da Haifa e Gerusalemme: piccolissime comunità come agonizzanti e che da decenni ormai lottano contro il male endemico della fuga all'estero e della diaspora a causa di violenze e di un ambiente culturalmente ostile in tutto il Medio Oriente. Considerando i flussi migratori i cristiani in Israele aumentano ogni anno dello 09%. Un dato inferiore sia rispetto agli ebrei (+ 17%) che rispetto ai musulmani (+ 27%) e che in prospettiva rende ancora più esigua la presenza cristiana. La minoranza presenta un alto tasso di istruzione e percentuali di accesso all'università superiori a quelli nazionali. Un'istruzione che paradossalmente potrebbe incentivare l'emigrazione qualificata: il rischio infatti è che i luoghi santi si trasformino in futuro dei musei perfettamente conservati ma senza comunità vive. Una tentazione quella della fuga condivisa da decenni pure in Egitto dove risiede la minoranza copta come in Siria e Libano. Luca Geronico

IRAQ Ancora sangue a Baghdad la comunità cerca "nornalità". A Baghdad la violenza non ha risparmiato nemmeno il giorno di Natale. Nel pomeriggio due bombe sono esplose nella zona di Dura uccidendo 25 persone e ferendone 56. Una strage – l'ennesima –non rivendicata da alcun gruppo. Eppure data la vicinanza della chiesa di San Giovanni le autorità avevano pensato che si trattasse di un attacco settario contro la minoranza. Un'ipotesi smentita subito dopo da monsignor Shlemon Warduni vescovo ausiliare della capitale. L'agguato – ha precisato il pastore in un'intervista a "Radio Vaticana" – «non era diretto ai cristiani. Non dobbiamo mescolare le cose – ha aggiunto il pastore –: l'attentato è avvenuto nel giorno di Natale ma non perché è Natale. Secondo il ministero dell'Interno l'obiettivo dei terroristi era il mercato di Athorien particolarmente affollato a quell'ora del mattino. È stato un anno difficile per l'Iraq che ha assistito a una devastante ondata di violenza settaria. Le ultime stime delle Nazioni Unite parlano di oltre 8mila morti da gennaio una "cifra da 2006" quando dopo la caduta di Saddam Hussein la violenza confessionale esplose in tutta la sua ferocia. Ad acuire le violenze – un conflitto civile non dichiarato – le proteste contro il governo dello sciita Maliki accusato di favorire la sua comunità a discapito dei sunniti.

PAKISTAN Asia Bibi icona della blasfemia. E l'India colpisce anche i pastori. Un altro anno nero per i cristiani e le minoranze religiose del Pakistan. A partire da Asia Bibi che resta in carcere in attesa del giudizio d'appello a tre anni dalla condanna a morte per blasfemia. Su tutti il peso dei conflitti e della violenza endemica di un Paese di 180 milioni di abitanti che va affondando nei suoi contrasti etnici settari e di interessi contrapposti con un crescente impatto del terrorismo sia quello alimentato dai movimenti jihadisti come al-Qaeda sia quello taleban di matrice locale. Pesa però anche una legge (cosiddetta "anti-blasfemia") usata come un ariete per minare i diritti delle minoranza religiose o dell'islam non integralista. Una situazione che da tempo esporta violenza di pretesto religioso oltreconfine nell'immensa India dove a sua volta il radicalismo di matrice induista rivendica anche in politica un ruolo che confermi radicati privilegi. Proprio per la difesa degli ultimi nel tradizionale sistema di caste e gruppi emarginati (dalit) la Chiesa indiana subisce pressioni e ingiustizie. Come l'11 dicembre quando l'arcivescovo di Delhi monsignor Anil Couto è stato fermato con decine di sacerdoti suore e attivisti durante una marcia per chiedere al governo che confermi anche per i battezzati i benefici riconosciuti ai dalit di fede induista.
Stafano Vecchia